Chiude OKNOtizie, quali sono le valide alternative

Chiude OKNOtizie. Quali sono le migliori alternative? Come accadde nel 2011, quando a chiudere fu Splinder, lasciando orfani migliaia di utenti, me compreso, che emigrammo disperati verso nuove mete (principalmente Blogspot e Altervista), lo stesso sta accadendo ora per la chiusura di OKNOtizie. Aggregatore social firmato Virgilio diviso in categorie, dove ognuno, previa iscrizione, può postare una notizia magari dal proprio sito, blog, o reperita da altri siti. E, soprattutto, dare alle stesse un voto, anche da non registrati: Ok o No. Il quale sancisce la permanenza in Home della stessa in base al numero acquisito dei voti favorevoli o contrari acquisito. E’ possibile anche lasciare un commento.

Quando chiude OKNOtizie e perchè

oknotizieOKNOtizie per anni ha garantito un numero soddisfacente di visite, anche diverse centinaia. Essendo anche collegato al motore di ricerca di Virgilio. Gli utenti però hanno già subito una mazzata negli ultimi anni. In primis, OKNOtizie è stato slegato dal motore di ricerca di Virgilio, il che ha già di per sé portato un drastico calo delle visite. Poi, la seconda, ossia la messa al bando dei gruppi. Il che ha fatto venir meno un gioco di squadra tra gli utenti. Ora però ne arriva un’ultima, letale: OKNOtizie chiude definitivamente il prossimo 2 febbraio. Questo il messaggio che appare da ieri mattina sul sito:

Caro utente,

ti informiamo che, a decorrere dall’1 Febbraio 2017 e nel rispetto di quanto previsto dalle condizioni generali di contratto in essere, Italiaonline S.p.A. cesserà di erogare il servizio denominato OKNOtizie.

E così, specie chi ha blog piccoli e si affidava a questo aggregatore per avere visite, è praticamente nel panico. Quali sono dunque le alternative migliori a OKNOtizie? Vediamolo di seguito.

Quali sono le migliori alternative a OKNOtizie: come funziona Diggita e BlogNews

diggitaNell’enunciare quali sono gli aggregatori che possono fornire una valida alternativa a OKNOtizie, non posso non iniziare da Diggita. Come funziona Diggita? Aggregatore social, dove, previa registrazione, è possibile inserire il link della notizia da postare e poi inserire una serie di input: il titolo del post (leggermente diverso da quello originale), una descrizione del post, un’immagine, la categoria (permette di sceglierne molte) e poi premere Invia. Anche qui è importante votare anche le news degli altri, sebbene Diggita abbia una pagina Facebook anche discretamente funzionante e dalla quale possono arrivare visite. Parto da Diggita perché, dall’alto della mia lunga esperienza, possono dire che tra gli aggregatori è l’unico che tiene il passo a OKNOtizie. Se si pubblicano cose interessanti e che piacciono, vanno da sé e non c’è neanche la necessità di votare gli altri utenti per ottenere visibilità.

Al terzo posto metterei BlogNews. Come funziona BlogNews? In pratica, anche questo sui voti, ma, come Diggita, se una notizia è interessante può prendere il volo da sola. Anche BlogNews si divide in categorie e, una volta inserito il link cliccando in alto a destra su Proponi un post, genera in automatico un abstract con le prime righe del post. Va inserita una categoria, mentre anche l’immagine esce da sola. BlogNews fornisce anche un bottone che rende la pubblicazione più veloce. L’ho utilizzato con una sufficiente soddisfazione per alcuni anni, poi l’ho abbandonato perché di visite non ne ricevevo più granché. Ma ogni utente fa capo a sé.

Aggregatori di notizie dove pubblicare blog oltre OKNOtizie

Seguono poi tutti gli altri. Partiamo da quelli che conosco e dai quali ho avuto rare soddisfazioni. Ma forse non sono stato tenace.

  • zazoomPenso a ZicZac, molto simile a OKNOtizie almeno graficamente e per modalità di promozione/bocciatura delle News.
  • Fainformazione assume invece più l’estetica di un giornale come tutti gli altri, sebbene le notizie siano postate dagli utenti stessi in stile simil BlogNews.
  • Zazoom invece lo uso ancora, se non altro per la facilità di postare. Giacché si inserisce nel browser e permette con un solo click di postare la notizia.
  • Intopic l’ho utilizzato per un po’; sebbene si presenti molto professionale pure ha fornito scarsi esiti. Sebbene dopo qualche visita iniziale, non ne porta più.

Altri aggregatori di blog che ho trovato sul web ma che non conosco sono:

  • BlogStreet, dove per iscriversi si fa domanda inserendo i dati del proprio blog, tra cui l’RSS.
  • Idem BooxNews, per la quale si contatta la redazione per iscriversi.
  • Il Bloggatore si propone come aggregatore di Blog, ma in pratica fornisce solo una mail per presentarsi. Magari provate.
  • A TzeTze ci si iscrive andando in alto a destra alla voce Segnala una fonte, dove inserirete i dati del vostro Blog.
  • Stesso dicasi per Viaggrego, che vi chiede anche di inserire un codice Html (praticamente un piccolo banner) che lo promuova sul vostro blog.
  • Stessa cosa Webshake.
  • Flipboard, che ha tutto un modo particolare per postare (si creano cosiddette riviste), ma dove è importante seguire tante pagine per essere seguiti e fare visite.

Infine, un’ottima alternativa è rappresentata da Bombagiù. Sito di news che può essere sfruttato come aggregatore da chi scrive, inserendo un abstract del proprio articolo (ad esempio due paragrafi da 4 righe minime ciascuno), un’immagine e alla fine il classico “CONTINUA A LEGGERE” col link del proprio articolo. L’abstract deve essere un cappello introduttivo ed è meglio non svelare molto altrimenti c’è il rischio che l’utente non clicchi. Inoltre, per monitorare le visite su Google Analytics provenienti da Bombabiù, vi consiglio di aggiungere ?ref=bomba alla fine del link.

7 thoughts on “Chiude OKNOtizie, quali sono le valide alternative

  1. changeit il said:

    L’unica cosa che non rimpiango di oknotizie sono le offese assurde e cafone che certi utenti usano come il pane quotidiano.

  2. Marco111 il said:

    E’ un bene che chiuda…disperderà tanti bulli, in un altra piattaforma nn avranno nessun tipo di potere, perciò a primo segno di squilibrio sono fuori dai marroni….

    L’unico modo per ripulire l’immagine di virgilio dalla fogna che si era creata nel sito era giusto cancellare il dominio….

Lascia un commento

*