Amministrative 2016, Governo Renzi punta sull’astensionismo?

Sono 1367 i comuni chiamati all’elezione del sindaco e del consiglio comunale il 5 giugno, con il ballottaggio fissato per il 19 giugno. Si voterà in 7 capoluoghi di regione: Bologna, Cagliari, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste e 26 comuni capoluogo di provincia. Nelle Regioni “speciali”, si voterà nelle stesse date delle “ordinarie” anche in Sicilia, in Sardegna e in Friuli Venezia Giulia; in Trentino Alto-Adige le elezioni sono state indette per l’8 maggio, in Valle d’Aosta il 15 maggio. Inoltre in Friuli Venezia Giulia si rinnoveranno le amministrazioni di 39 Comuni, in Sicilia quelle di 29 comuni, in Sardegna andranno al voto 101 amministrazioni comunali. In Valle d’Aosta si vota per il solo comune di Ayas, in Trentino si vota in 20 comuni. Insomma, numeri importanti: su una popolazione di 15,6 milioni di persone, le amministrative 2016 ne chiamerà alle urne quasi 13,5 milioni, divisi in 16.063 sezioni elettorali. Eppure, sembra proprio che il Governo Renzi punti sull’astensionismo

ALTRO CHE PAESE PIU’ DEMOCRATICO DEL MONDO: ECCO COME FUNZIONANO REALMENTE ELEZIONI IN AMERICA

Amministrative 2016: si vota solo domenica e pure nel ponte del 2 giugno

amministrative 2016

Il Ministro degli interni Alfano

”A pensar male si fa peccato, ma spesso si azzecca” diceva il poco compianto Giulio Andreotti. Tutto lascia sospettare che il Governo Renzi punti, per le prossime amministrative 2016, all’astensionismo. Motivo? Intanto si vota, come detto, solo domenica 5 giugno. Dunque non anche il lunedì successivo, come di solito accade. Il lunedì, dato che di solito le elezioni si tengono nelle belle domeniche di primavera, offre per molti la chance di recuperare il proprio diritto-dovere democratico avendo magari passato la domenica fuori casa. Discorso ancor più avvalorato dal fatto che il 5 giugno ricade nel ponte del 2 giugno, festa della Repubblica. Pertanto, la possibilità di votare anche di lunedì avrebbe avuto quanto mai senso.

Dato che la data la decide il Ministero degli interni, non è che il Governo Renzi stia puntando sull’astensionismo per le prossime amministrative 2016? Del resto i sondaggi non danno benissimo il Pd, sebbene, tra le principali città, dovrebbe essere confermato in 4 comuni su 7. Più complicata invece la competizione a Roma, Napoli e Trieste.

Lascia un commento

*