AQUILA: LE CASE DEL MIRACOLO BERLUSCONIANO GIA’ CADONO A PEZZI

CROLLATO IL BALCONE DI UNO DEI 4500 ALLOGGI COSTRUITI RAPIDAMENTE COL PROGETTO C.A.S.E., GIA’ CRITICATO PER IL COSTO ELEVATO E ALCUNE PECCHE TECNICHE
La ferita de L’Aquila gronda ancora sangue: per i tanti morti; per lo stupendo centro storico ricco di vitalità e storia, oggi ancora a pezzi e isolato; per chi ha riso leccandosi i baffi sulla tragedia; per chi vi ha fatto campagna elettorale con tanto di lettere e champagne. Il Governo Berlusconi, con l’ausilio di Bertolaso (lo stesso connubio che ad Acerra ha portato un inceneritore per risolvere il problema rifiuti), lì vi ha sparato i fuochi d’artificio migliori, regalando in tempi record 4500 alloggi a circa 16mila aquilani rimasti senza casa, in 19 New town. Ma quelle case sono fin da subito entrate nel vortice delle critiche: per il costo esorbitante, ben 500 milioni di euro finanziati dall’Ue; per le carenze strutturali, essendo tutt’altro che anti-sismiche; per gli stati depressivi che hanno infondato in chi vi abita; e ora, perché uno dei balconi è venuto giù, sfiorando una nuova, assurda, tragedia.

PER FORTUNA NON C’ERA NESSUNO– In uno di questi palazzi nella frazione aquilana di Cese di Preturo, martedì scorso, alle 12,30, un balcone è crollato finendo sul terrazzo dell’appartamento al piano inferiore. Tragedia sfiorata, visto che in quel momento non c’erano persone in nessuno dei due balconi.
Grande preoccupazione e sgomento tra i cittadini che abitano negli appartamenti adiacenti, dove sarà effettuata una perizia per chiarire l’accaduto. Il sindaco, Massimo Cialente, che si è recato sul posto, ha spiegato che bisogna verificare se c’è “un problema strutturale”.

0 thoughts on “AQUILA: LE CASE DEL MIRACOLO BERLUSCONIANO GIA’ CADONO A PEZZI

  1. Lolitos il said:

    I problemi di Bertolaso:"Infiltrazioni? No preferisco i massaggi". I balconi di Bertolaso :"Il balcone viene giù? Mandamene una più giovane e soda"

Lascia un commento

*