IL DIRETTORIO NOMINATO DA BEPPE GRILLO SOMIGLIA AL GRAN CONSIGLIO DI BENITO MUSSOLINI

TRAMITE IL SUO BLOG ANNUNCIA LA NOMINA DI UN DIRETTORIO COMPOSTO DA CINQUE FEDELISSIMI CHE LO SUPPORTI NELLE DECISIONI, CON L’ULTIMA PAROLA DATA SEMPRE ALLA RETE. MA NON MANCANO CRITICHE E IRONIE
Saranno state le ennesime critiche dopo l’espulsione di altri due parlamentari – i deputati Massimo Artini e Paola Pinna, rei di “mancata rendicontazione” – o sarà la batosta elettorale presa alle ultime regionali in Emilia Romagna e Calabria, fatto sta che Beppe Grillo ha annunciato, tramite il suo Blog, di aver nominato un direttorio composto da cinque membri per supportarlo nelle decisioni. Dichiara di sentirsi “un po’ stanchino” utilizzando la citazione cinematografica di Forrest Gamp e che lui, il suo blog e il suo camper, non bastano più. Ma la decisione, invece di essere accolta come un’apertura del leader alla democrazia interna al Movimento, è accolta con ironia e critiche dal web e dai parlamentari grillini stessi. Del resto, le persone da lui scelte sono tutti fedelissimi che serviranno come eco alle sue decisioni e non sono stati scelti dalla rete. Trattasi di Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio, Roberto Fico, Carla Ruocco e Carlo Sibilia.

L’ANNUNCIO DI GRILLO – “(…) Oggi, se vogliamo che questo diventi un Paese migliore, dobbiamo ripartire con più energia ed entusiasmo. Il M5S ha bisogno di una struttura di rappresentanza più ampia di quella attuale. Questo è un dato di fatto. Io, il camper e il blog non bastiamo più. Sono un po’ stanchino, come direbbe Forrest Gump. Quindi pur rimanendo nel ruolo di garante del M5S ho deciso di proporre cinque persone, tra le molte valide, che grazie alle loro diverse storie e competenze opereranno come riferimento più ampio del M5S in particolare sul territorio e in Parlamento (…) Queste persone si incontreranno regolarmente con me per esaminare la situazione generale, condividere le decisioni più urgenti e costruire, con l’aiuto di tutti, il futuro del MoVimento 5 Stelle”.
PARLAMENTARI SCETTICI – Un gruppetto di 10 deputati M5S fa pubblicamente campagna contro il voto per il “direttorio” e lancia l’hashtag #BeppeQuestaVoltaNonCiSto. Sono Mirko Busto, Massimo De Rosa, Fabiana Dadone, Giuseppe Brescia, Samuele Segoni, Massimo Artini, Andrea Cecconi, Alessio Villarosa, Federica Daga e Patrizia Terzoni. Artini, fresco di espulsione, commenta ironico: «Un altro chiaro esempio di democrazia! Sono nomi imposti dall’alto, senza consultazione dei gruppi parlamentari e dell’assemblea». «Un’altra provocazione», commenta la collega Pinna, anche lei appena cacciata dal Movimento.
Altri deputati invece plaudono. Tra loro Danilo Toninelli: «Buon lavoro ai cinque magnifici ragazzi – scrive su Facebook – che insieme a tutti noi faranno risplendere il M5S. Abbiamo potenzialità che i partiti si sognano (…) È un chiaro esempio di democrazia rivoluzionaria. La gente potrà decidere con un voto», commenta il senatore Nicola Morra.
Vedremo come e se il Movimento sarà davvero “più democratico” con questa scelta. Certo è che questo direttorio rievoca il Gran consiglio nominato da Benito Mussolini. Il quale, per quanto fedele, pure votò la sua sfiducia. Con conseguenze pagate molto care dal genero Galeazzo Ciano. Ci sarà un Ciano o un Giuda anche per Beppe?

0 commenti su “IL DIRETTORIO NOMINATO DA BEPPE GRILLO SOMIGLIA AL GRAN CONSIGLIO DI BENITO MUSSOLINI

  1. Si vede che sei un grillino, ne hai tutti i crismi. Parli subito di complotti e censure, alla Di Battista. Ho dovuto mettere il filtro obbligatoriamente perchè qualcuno stava usando questo blog per offendere una persona, non piace neanche a me.Dammi solo il tempo di approvare i commenti 😉

  2. Anonimo il said:

    A me non interessano i gossip dei componenti dei diversi partiti e movimenti, ma ciò che fanno x noi popolo che ha sulle spalle uno dei + grossi pesi di materia fiscale al mondo, e anche una quantità che aumenta sempre quotidianamente di disoccupati, che nonostante la mancanza di uno stipendio anche se precario deve sempre pagare le tasse. Il MS5 ha rinunciato a 42 milioni di euro, chi lo ha fatto dei vecchi e nuovi partiti? Nessuno! Questo è x me un merito + degli altri a rivotarli e cosa fa Grillo in privato? Sono cavoli suoi! Noi del popolo dobbiamo scegliere chi decide di governare a nostro favore, cosa che da sempre i vecchi partiti hanno dimenticato. Anche la discussione degli ultimi che avrebbero messo fuori dal movimento, riguarda restituzioni di denaro, quale partito dei vecchi lo ha fatto? Nessuno! I fatti ci vogliono x votarli, non parole! I vecchi partiti, o come dice Bersani, le vecchie DITTE, che ci costano fior di soldi x essere mantenute, le hanno fatte discussioni simili? Forse, anzi all’interno le avranno fatte, ma x contendersi incarichi e soldi nostri, non certo la restituzione di soldi. E allora? Di che stiamo parlando? Perché li andiamo a votare? X farci spolpare? I fatti ci vogliono e non parole, se non avessimo avuto la maggior parte del quarto potere nelle mani del vecchio sistema politico basato sulla corruzione e conseguente evasione fiscale dei soliti noti, forse informati meglio avremmo anche votato meglio, ma almeno accettiamo di votare chi dimostra con i fatti di essere degno della nostra fiducia e non ci attacchiamo ai pettegolezzi. Il direttorio di Mussolini fu fatto quando già era trapelata il sistema di dittatura, qui è già un sistema di dittatura attraverso la corruzione della quale non riusciamo a liberarci e ci sta condannando da decenni e decenni, con l’appoggio delle diverse criminalità. Ora di fronte ad un tale REGIME, preferisco quello di Grillo. Ci si ragiona su cosa a noi costa di +. Questo regime di corruzione ci sta costando la sopravvivenza, e x me tanto basta!Fiona

  3. Anonimo il said:

    Dunque, riassumiamo,…se Grillo non nomina nessuno…è un dittatore,…se espelle ..parlamentari che non hanno rispettato le regole ..( dopo votazioni….del gruppo parlamentare e della rete)…..è un despota…,…..se nomina e delega un gruppo di bravi rappresentanti dei cittadini italiani che dovranno…dare una linea poltica..al M5S..( confermata dalla rete)…..è il Gran Consiglio del Fascismo!……Ma tenetevi RENZUSCONI……..e finitela di sparare cassate……non quelle siciliane!……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*