Ligabue o Vasco Rossi? Le più belle canzoni rispettive

Ligabue o Vasco Rossi? Senza dubbio, la scena musicale italiana è dominata da questi due personaggi ormai da decenni. Sebbene, per motivi anagrafici, abbiano iniziato in epoche diverse. Vasco Rossi intorno ai 25 anni e a metà anni ’70, Ligabue a 30 anni e dal 1990. L’esplosione definitiva di entrambi si è consumata, quindi, sempre in epoche diverse. Quasi con un decennio di distanza: Vasco Rossi divenne un mito da metà anni ’80 in poi, dopo due poco fortunate apparizioni a Sanremo (ultimo e penultimo posto) e un arresto per possesso di droga. Mentre Ligabue dal 1995, con l’uscita del disco Buon compleanno Elvis.

Tra i due è stato montato un dualismo soprattutto mediatico, acuitosi tra il 2011 e il 2012. Mentre gli stessi rispettivi fan si fanno la guerra a chi sia il migliore. Ligabue o Vasco Rossi: chi è il migliore? Ma davvero tra i due non corre buon sangue? Vediamo da dove nasce questo dualismo e le loro più belle canzoni.

Vasco Rossi contro Ligabue: quando tutto ebbe inizio

vasco ligabueIl dualismo tra i due è diventato agguerrito con la morte del talentuoso chitarrista di Vasco: Massimo Riva, per eroina. Come riporta Giornalettismo – che a sua volta riprende un articolo di Libero pubblicato qualche anno fa quando Vasco scrisse varie invettive contro il “Liga” sul proprio profilo Facebook – Ligabue uscì con una frase che apparì alquanto stonata alle orecchie del Komandante:

«Per i musicisti rock c’è ancora oggi l’alibi dello scotto da pagare per fare musica. Perciò, secondo il galateo della perfetta rockstar, io che non mi drogo sarei fuori target».

Vasco Rossi allora replicò:

«È morto un amico – replicò Vasco – e invece del silenzio c’è chi, per accrescere la propria credibilità, ha scelto di speculare lanciando anzitempo inutili messaggi moralizzatori».

Liga si affrettò a replicare: «Chiedo scusa a Vasco e a chi sta vivendo il lutto per la scomparsa di Massimo Riva: non sono stato sufficientemente scafato da immaginare che qualcuno potesse speculare sulla morte di un musicista, imbastendo polemiche di bassa lega».

Vasco Vs Ligabue: una montatura mediatica

A quanto pare infatti, all’epoca era da poco uscito il suo primo film, Radiofreccia, che aveva proprio come tema di fondo l’eroina. Inoltre, anche nel disco uscito proprio quell’anno, Miss Mondo, si tocca il tema droga (su tutte, in Key è stata qui). Ma a parte ciò negli anni addietro Vasco e Liga si sono scambiati frasi di stima. Come riporta Tuttoligabue, ad esempio, Vasco disse anni fa:

“Ligabue mi piace, ha fatto belle canzoni, ma il rock in Italia sono io”, oppure “Ligabue lo considero un fratello minore,ha iniziato come me con le feste dell’unità” , e alla presentazione del disco gli spari sopra (1993) disse: “degli italiani penso che i Litfiba tengano alto il nome del nostro rock anche se non mi piace il loro modo di scrivere i testi. Ligabue è un bel talentone“.

Una decina di anni fa, invece, Liga disse di Vasco:

“A parte il fatto che quando l’ho incontrato l’ho trovato una delle persone più simpatiche e divertenti che dice cose giuste e civili. E quando mi ha chiesto di persona di firmare quel manifesto contro la legge che equiparava le droghe leggere a quelle pesanti, ho aderito subito”.

Ma la cosa che molti non sanno è che nel Dvd “Gli Spari Sopra Tour ’93” di Vasco Rossi, all’inizio si intravede Ligabue e il manager Claudio Maioli dietro le quinte della tappa bolognese del Blasco. Altra cosa fu nel 94′ la fanzine del fans club del Liga pubblicò una telefonata tra Liga e Vasco,con quest’ultimo che gli faceva i complimenti per il brano “Walter il Mago“.

In occasione del grande successo di Vasco al Modena Park (230mila paganti e quasi 6 milioni di spettatori su Raiuno), Ligabue ha twittato:

«Complimenti Vasco, complimenti Modena!»

Il dualismo è probabilmente commerciale e ci sta. Ma ormai entrambi non sono più giovanissimi e sicuramente propongono da tempo musica Pop. Pertanto, non escludo che possano pure fare qualcosa insieme. Come un disco o magari un concerto. Poi che Vasco si sia lasciato andare a qualche attacco su Facebook, ci può stare di stesso. All’epoca entrava ed usciva dalle cliniche ed era in una fase molto delicata anche dal punto psicologico. Si ricorderà ad esempio anche l’attacco allo storico chitarrista Maurizio Solieri. E quando scrisse del Liga: “un bicchiere di talento in un mare di presunzione”.

Le più belle canzoni di Ligabue:

1. Seduto in riva al fosso

Precedente Prodi, padre snaturato: disconosce Ue e Pd che egli stesso ha creato Successivo Bambini morti lasciati in auto: arriva invenzione che li salva

Lascia un commento

*