Salerno-Reggio Calabria terminata: perché è la solita bufala

Quando lo scorso febbraio Matteo Renzi ha annunciato che la Salerno-Reggio Calabria sarebbe stata terminata il 22 dicembre 2016, oltre a una risata spontanea scappata come a tanti, mi è venuta anche una battuta spontanea. E cioè, più che terminata, la Salerno-Reggio Calabria andrebbe rifatta. Perché, ammesso anche che i cantieri ancora aperti fossero terminati, vari sono i punti da risistemare. Del resto, un parto durato cinquant’anni, è lungo per tutti. Sul sito web dell’Anas è comparso anche il countdown con i giorni, le ore, i minuti e i secondi che mancavano all’ora X. E in più, una trentina di pagine con la storia dell’arteria, foto e video dell’avanzamento dei lavori.

In effetti, ieri i cantieri ancora aperti sono stati conclusi e una rappresentanza del Governo se l’è percorsa tutta per dimostrare che la Salerno-Reggio Calabria è stata finalmente terminata. Gentiloni ha pure scomodato una battuta di Troisi: “Scusate il ritardo”. Non vi sorprenderà però sapere che in realtà anche questa è una bufala. Vediamo perché.

Salerno-Reggio Calabria terminata: perché è una bufala

Linkiesta riporta le parole di Antonio Di Franco, segretario nazionale Fillea Cgil:

«Finiranno i lavori dei cantieri in esecuzione, ma la Salerno-Reggio Calabria non sarà ancora terminata. Sono previsti ancora interventi strutturali di messa in sicurezza su 58 chilometri, che porteranno altri cantieri importanti».

salerno-reggio calabria terminataMa a dirlo è pure la stessa Anas. In tre tratti – tra Morano e Firmo, tra Cosenza e Altilia, e tra Pizzo Calabro e Sant’Onofrio – restano ancora 58 chilometri che necessitano di «rifacimento profondo della pavimentazione, risanamento viadotti, posa in opera di nuove barriere di sicurezza, nuovi impianti di illuminazione e tecnologici, nuova segnaletica». E bisognerà pure spenderci un bel po’ di soldi: oltre un miliardo di euro, già peraltro interamente finanziato. E in alcuni tratti, come quello di Altilia, è anche prevista la costruzione di una nuova carreggiata che affiancherà l’autostrada esistente, come una «corsia di arrampicamento» per i veicoli pesanti.

ALTRO CHE SALERNO REGGIO CALABRIA, LA TIRRENICA È INCOMPIUTA DA 48 ANNI

Salerno-Reggio Calabria, come stanno le cose

salerno-reggio calabria come è oggiIl tratto tra Cosenza e Altilia è un territorio a grosso rischio di dissesto idrogeologico, dove ancora oggi (e anche dopo il 22 dicembre) si cammina a lungo su una singola corsia, tra alti viadotti e versanti pericolosi. Una strozzatura al centro della Calabria che nel 2009 franò a causa delle forti piogge, provocando due morti e tre feriti. Qui, quando piove o grandina, ancora tutti tremano. E sulla corsia unica si creano lunghe code. È questa la strada che dall’aeroporto internazionale di Lamezia porta all’Università della Calabria e agli uffici regionali.

Qui il post dove ripercorro la tormentata storia della Salerno Reggio Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*