Sanremo, l’ipocrisia della Rai che usa ‘Vita spericolata’ per lo spot

LA SUA CANZONE FU TRATTATA MOLTO MALE NELLA KERMESSE
Da alcune settimane, la Rai ci sta bombardando con la pubblicità che ci ricorda che anche quest’anno si terrà il Festival di Sanremo. Giunto alla sua sessantaseiesima edizione. Come ormai avviene da un ventennio, la kermesse ligure fa parlare di sé soprattutto per le polemiche, più che per le canzoni. Polemiche che anticipano, accompagnano e posticipano il Festival. Delle canzoni dopo qualche mese già non se ne ricorda più nessuno.
Che la Rai sia ipocrita è un dato di fatto. E lo ha dimostrato anche nel pubblicizzare Sanremo, dato che nello spot dove gente comune canta in vari angoli del Globo le vecchie canzoni uscite dal Festival, ne è stata scelta anche una che quando partecipò fu a dir poco maltrattata. Ossia ”Vita spericolata” di Vasco Rossi, classificandosi al penultimo posto.

SI CLASSIFICO’ PENULTIMA – Vita spericolata fu scritta da Vasco Rossi per il testo e da Tullio Ferro per la musica, presentata per la prima volta, 1983 al XXXIII Festival di Sanremo dallo stesso Rossi, dove si classificò al penultimo posto. La canzone fu pubblicata come 45 giri insieme a Mi piaci perché ed inserita nell’album Bollicine (1983).
È una delle canzoni italiane più conosciute dai giovani ed è stata ripresa da numerosi artisti tra cui Francesco De Gregori che la inserì nel suo album Il bandito e il campione che vendette 500.000 copie e Massimo Ranieri nell’album Canto perché non so nuotare…da 40 anni. Anche Gino Paoli termina la sua Quattro amici con l’inciso di Vita spericolata, cantato per l’occasione dallo stesso Vasco. La canzone fu utilizzato in uno spot della “Chicco” nel 1995.
Sanremo ne sfrutta dunque la popolarità. Già che si trovava, poteva pure scegliere Donne, con cui Zucchero si presentò al Festival nel 1985. Un grande successo commerciale, nonostante venga, insieme al cantante emiliano, attaccata dalla critica e ignorata dalle giurie, classificandosi in penultima posizione. Ma per fortuna, hanno portato bene ad entrambi.
Ecco Vita spericolata a Sanremo

Precedente Sanremo: da Checco Zalone schiaffo ai radical chic in cerca di cachet Successivo Da Rifondazione a Sottosegretario: Gennaro Migliore, il giovane vecchio

Lascia un commento

*