Sarzana, la perla nascosta di La Spezia

Sarzana è un Comune ligure di quasi 22 mila abitanti. Viene ritenuta dagli storici erede dell’antica città romana di Luni, seconda per abitanti della provincia di La Spezia. La sua posizione geografica l’ha fin da subito resa crocevia importante per la comunicazione tra la Liguria, la Toscana e l’Emilia-Romagna. Il passato di Sarzana può dirsi glorioso, essendo stata fin dall’antichità importante per agricoltura, commercio, ma anche dal punto di vista giuridico e religioso. Ospitando non a caso la sede vescovile e il tribunale.

La crescita urbanistica e demografica di Sarzana iniziò a partire dall’anno Mille con la decadenza dell’antica città romana di Luni, complici le numerosi escursioni da parte dei Saraceni. Per molti secoli fu contesa da Vescovi ed imperatori, per passare poi alla Repubblica di Genova e di Sardegna fino all’Unità d’Italia. Durante il fascismo e il nazismo si distinse per la sua fervente opposizione partigiana.

Oggi Sarzana è un borgo molto carino che pullula soprattutto di edifici religiosi, sui quali spicca su tutti la concattedrale di Santa Maria Assunta ma anche la chiesa e il complesso conventuale di San Francesco fuori le mura. Tantissimi però anche gli edifici civili, tra i quali spicca Villa Carpena sul Torrione Testaforte, nonché le vie storiche che si intersecano nel borgo. Non mancano poi numerosi monumenti, tra i quali interessante è il Genio della Stirpe (1914), una statua opera di Carlo Fontana. Infine, discreto a Sarzana è anche il numero dei complessi militari. A Sarzana è apprezzabile anche la presenza di porte di accesso alla città. L’ultima peraltro scoperta di recente: Porta Pisana, primo accesso alla città dal lato sud, prima di Porta Romana. Sebbene nel comune di Sarzana non si riscontrino particolari problematiche ambientali (rientra nella Top 100 dei borghi più felici d’Italia), autentico neo è la frazione di Marinella, ideato per creare a Sarzana un centro turistico balneare. Ed invece oggi è scaduta nel degrado, tanto da meritarsi la bandiera nera da parte di Legambiente.

sarzana

Lascia un commento

*