Altro che Merkel, il Time doveva scegliere Aylan come personaggio dell’anno: sono oltre 700 i bambini morti in mare

Il riconoscimento e’ andato alla cancelliera tedesca per “la sua leadership nell’aver promosso e mantenuto un’Europa aperta e senza confini di fronte alla crisi economica e a quella dei profughi”
Anche quest’anno il Time ha scelto ‘il personaggio dell’anno’. Per il 2015 la rivista ha scelto la cancelliera tedesca Angela Merkel, con questo epitaffio: “Angela Merkel, cancelliera di un mondo libero”. Questa la motivazione: per “la sua leadership nell’aver promosso e mantenuto un’Europa aperta e senza confini di fronte alla crisi economica e a quella dei profughi”.
Il califfo Abu Bakr Al-Baghdadi, leader dell’Isis, è al secondo posto. Al terzo invece Donald Trump, finito nella bufera in questi giorni per le sue esternazioni shock sui musulmani.

UNA SCELTA DISCUTIBILE PER DUE MOTIVI – Una scelta, a mio modesto avviso, discutibile per due motivi. Il primo, non mi sembra che la Merkel abbia mantenuto, come asserisce il Time, ”un’Europa aperta e senza confini di fronte alla crisi economica e a quella dei profughi”. Dato che a parte l’Italia, accogliente oltremodo, gli altri Paesi, compreso il suo, hanno storto il naso all’idea di accogliere la massa di disperati dal Medio Oriente. Con alcuni paesi che hanno perfino eretto muri per ostacolarli, o, come l’amica tedesca Francia, hanno schierato la Gendarmerie ai confini con Ventimiglia.
Secondo, sempre in tema di profughi, io lo avrei assegnato al piccolo Aylan. Il bimbo siriano trovato esanime su una spiaggia turca a inizio settembre. La cui foto ha commosso il Mondo intero. D’altronde, secondo il Direttore Generale della Fondazione Migrantes, Monsignor Gian Carlo Perego, oltre 700 bambini che tentavano di raggiungere l’Europa hanno perso la vita nelle acque del Mediterraneo dall’inizio dell’anno. E dedicare la copertina ad Aylan, simbolo di tutti loro, sarebbe stato un bel gesto.

Ma evidentemente i meccanismi di assegnazione del giornale sono altri, e forse la Merkel è stata premiata per il potere influente che ha assunto sul resto d’Europa. 

Lascia un commento

*