Vip morti nel 2017: ultimo Prodigy, elenco completo

Il 13 giugno è scomparso il musicologo americano Philip Gossett. Aveva 76 anni. I suoi studi più importanti quelli su Rossini.

prodigyIl 21 giugno è morto il rapper Prodigy, del duo hip hop Mobb Deep. E’ deceduto a causa di di alcune complicazioni causate da una crisi di anemia falciforme di cui soffre da quando è nato, come ha spiegato il suo agente con un comunicato ufficiale.

Vip morti nel 2017: altre figure

angelo maraniIl 4 gennaio è morto lo stilista Angelo Marani, nella sua casa di Correggio, all’età di 70 anni. Marani era malato da tempo. Stilista eclettico nel 1969, aveva contribuito a creare il gruppo Marex (acronimo di Marani Export). Mentre nel 2002 aveva presentato la collezione donna che porta il suo nome.

ezio pascutti oggiIl 4 gennaio è scomparso a 79 anni Ezio Pascutti, attaccante da sempre nelle fila del Bologna. Con i rossoblù ha militato dal 1955 al 1969, diventandone una bandiera. Bomber di razza, poco tecnico ma molto concreto, ha realizzato 336 presenze e 142 gol. Si è spento in una casa di cura bolognese, dove da tempo era ricoverato a causa di una malattia. A darne notizia lo stesso Bologna, che con lui vinse lo scudetto del 1964.

tullio de mauroIl 5 gennaio è morto Tullio De Mauro, docente universitario, saggista, ma anche ex Ministro della Pubblica istruzione, dal 2000 al 2001. Aveva 84 anni. A renderlo noto la Fondazione Bellonci, che organizza il premio Strega e di cui era presidente. Ha curato diversi dizionari e pubblicato diversi libri per Il Mondo e L’Espresso.

lelio-lagorio-chi-eraIl 7 gennaio è morto Lelio Lagorio, parlamentare per nove legislature, ex Ministro della Difesa (dal 1980 al 1983) e del Turismo e Spettacolo (dal 1983 al 1986). Divenne capogrupo del Psi al parlamento europeo e primo Presidente della Regione Toscana nel 1970, anno nel quale furono istituite. Da sempre militante nel Psi, Fece parte della corrente di Nenni prima e Craxi poi.

zygmunt-baumanIl 9 gennaio a Leeds è morto Zygmunt Bauman, sociologo e filosofo polacco. Il suo principale contributo alla Sociologia è la teoria della ‘società liquida’. Intendendo per essa la societa’ precaria post-moderna in cui viviamo. A studiato anche il totalitarismo (con particolare riferimento alla Shoah, essendo lui un ebreo) e il consumismo. Aveva 92 anni. Ha insegnato a Leeds quasi fino alla fine dei suoi giorni.

 Clare HollingworthIl 10 gennaio è scomparsa Clare Hollingworth, ex inviata del Daily Telegraph, veterana del giornalismo britannico. Aveva 105 anni, compiuti lo scorso ottobre. Divenne celebre per aver dato quello che è stato definito: lo scoop del secolo scorso. Fu infatti lei, il 29 agosto del 1939,  a dare notizia che i carri armati tedeschi erano giunti al confine polacco. Cosa che darà il “la” alla seconda Guerra mondiale.

manlio rocchettiSempre il 10 gennaio è scomparso anche Manlio Rocchetti, truccatore, vincitore, fra gli altri, nel 1989 di un Emmy per il make up di Lonesome Dove e nel 1990 del premio Oscar al miglior trucco per A spasso con Daisy. Aveva Aveva 73 anni.

jimmy snuka superflyIl 15 gennaio è morto “Superfly” Jimmy Snuka, lottatore Wrestling molto in auge negli anni ’80. Di origini samoane, famosa era soprattutto la sua faida con il lottatore scozzese “Rowdy” Roddy Piper. Aveva 73 anni ma da anni lottava contro un cancro ma anche contro la demenza senile. Due settimane fa era stato archiviato un processo per omicidio a suo carico, dato che era accusato di aver ucciso la sua fidanzata nel 1983. Snuka va ad aggiungersi al lungo elenco di wrestler anni ’80 e ’90 deceduti. Snuka faceva parte della Walk of fame della WWE dal 1993.

eugene-cernanIl 16 gennaio è scomparso l’ex astronauta della Nasa Eugene Cernan, ultimo uomo a camminare sulla Luna. Aveva 82 anni. La prima volta ci era andato nel 1969, l’ultima nel 1972. Ad annunciarlo la stessa Agenzia mediante il proprio profilo Twitter. Le sue parole nell’ultimo allunaggio sono poetiche: «La sfida di oggi per l’America ha forgiato il destino dell’uomo di domani. Lasciamo la Luna come siamo venuti e come se Dio vuole torneremo, con pace e speranza per tutta l’umanità».

Il 18 gennaio è morto a 87 anni Mario Poltronieri, telecronista Rai di Formula Uno tra gli anni ’70 e ’80. Era dotato di grande esperienza tecnica essendo stato lui stesso un pilota. Dopo l’esperienza in Rai ha collaborato per diverse emittenti private. Mentre di recente commentava le gare su Facebook.

Lascia un commento

*