Crea sito

Annusare i calzini può provocare infezione ai polmoni: il caso assurdo

Cazettini bianchi, cazettini blu…” cantava un simpatico cantautore napoletano in uno dei suoi tanti successi: Tony Tammaro. In effetti ai calzini sono stati dedicati vari pensieri ironici. Ad esempio, metaforicamente diciamo che i sogni sono come calzini, perché li teniamo nel cassetto. O fantastichiamo nel pensare a quel calzino che, messo in lavatrice, non troviamo più. Che fine avrà fatto?!

E ancora, i calzini sono anche essi, malgrado la posizione nascosta e tutto sommato irrilevante dove li teniamo, sinonimo di moda. Per gli uomini guai a portarli bianchi (chissà poi perché). Meglio neri o blu, comunque ben abbinati al resto del vestiario. C’è chi poi sfoggia con fierezza i propri calzini variopinti o chi, sempre per moda, non li indossa affatto.

Evidenziando il tutto con pantaloni corti, magari eleganti (o presunti tali), che svelano una caviglia denudata, sottolineata ancora di più da precise scarpe basse.

I calzini sono però rinomati anche per il loro cattivo odore. Specie quando abbiamo sudato nelle scarpe un giorno interno, soprattutto d’estate. Infatti, al cinema o nei fumetti, non mancano le scenette divertenti di calzini fumanti dopo aver tolto le scarpe.

Ma i calzini sono anche un pericolo per la salute. Annusati potrebbero perfino provocare una infezione ai polmoni. Ecco quando.

In Cina uomo becca infezione ai polmoni per il vizio di annusare i calzini

calzini puzzolenti

Come riporta Libero, un 37enne della provincia di Fujian aveva il vizio quotidiano di annusare i suoi calzini a fine giornata. Lo ha fatto a lungo, finché non è stato ricoverato in ospedale.

I sintomi dell’uomo sono apparsi subito gravi: dolori al petto, tosse e difficoltà respiratorie. La prima diagnosi ipotizzata dai medici è stata una polmonite, ma le cure non si sono rivelate efficaci. Dopo altri esami, i medici hanno capito che l’uomo aveva sviluppato una grave infezione fungina ai polmoni.

Ad aiutare i medici nella diagnosi è stata la rivelazione dell’uomo sulla sua ossessione. Il 37enne era diventato ossessionato dai calzini che indossava. Il nesso tra l’infezione funginea e il vizio dell’uomo non è stato provato fino in fondo, però un collegamento ci sarebbe: “L’infezione potrebbe essersi sviluppata perché il paziente aveva un sistema immunitario indebolito per la mancanza di riposo, dal momento che in quel periodo si stava prendendo cura del figlio piccolo”.

Quindi, l’uomo aveva già un sistema immunitario indebolito. Comunque, il suo era un vizio alquanto singolare ed evitabile. Quanto meno, per il cattivo odore che i calzini emanano.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.