Antartide, Nasa fotografa ghiacciaio di forma rettangolare: da Ufo a scioglimento, le possibili cause

Tempo di lettura:   2 minuti

Che Antartide si stia sciogliendo come un gelato all’equatore, non è una scoperta. Resta solo da capirne le cause, o meglio, la causa della causa. Visto che, come noto, i ghiacciai si stanno sciogliendo a causa dell’innalzamento delle temperature. Il dibattito è tra chi ritiene che l’innalzamento delle temperature sia dovuto ad un naturale procedimento che attraversa gli anni e chi ritiene che la colpa vada additata soprattutto agli esseri umani. E all’inquinamento che stanno producendo dalla rivoluzione industriale dell’Ottocento.

Lo scioglimento dei ghiacciai in Antartide sta provocando anche l’innalzamento del livello dei mari e lo stravolgimento del clima. Tra estati torride, piogge più intense, uragani fuori stagione. Con alcuni Paesi resi ormai praticamente invivibili, e la conseguente nascita di un nuovo fenomeno sociologico: l’immigrazione climatica.

Una concausa di eventi negativi, dunque. Ma Antartide regala fortunatamente ancora pure dei fenomeni molto suggestivi, come quello fotografato dalla Nasa e pubblicato sul suo profilo Twitter. Ossia, un ghiacciaio dalla precisa forma rettangolare. Come se fosse stato tagliato appositamente da qualcuno o qualcosa.

Il blocco di ghiaccio rettangolare è stato immortalato da alcuni ricercatori della Nasa durante la missione scientifica chiamata Operation IceBridge, che sorvola ogni anno entrambe le regioni polari. Ma cosa ha causato quel ghiacciaio rettangolare? Non mancano le puntuali ipotesi collegate agli Ufo. Ecco la spiegazione della Nasa.

Per Nasa ghiacciaio rettangolare formatosi in maniera naturale

ghiacciaio quadrato antartide

Come riporta Il Corriere della sera, secondo la Nasa, quel ghiacciaio rettangolare in Antartide si è formato in modo naturale. «Dal sorvolo effettuato ieri con #IceBridge, si vede sulla destra un iceberg tabulare che galleggia tra i ghiacci appena fuori dalla piattaforma del ghiaccio di Larsen C», si legge su Twitter. Quello visibile a occhio umano — spiegano gli esperti — è soltanto il 10 per cento della massa totale del blocco di ghiaccio, originato dalla «Larsen C» (qui le sette cose da sapere, spiegate da Ajc), la piattaforma glaciale da cui sono nati alcuni tra gli iceberg più grandi del mondo. La maggior parte di esso si trova sott’acqua, dove «dovrebbe mantenere la forma geometrica perfetta» (qui le foto della spedizione nel 2014).

Kelly Brunt dell’università del Maryland spiega: «per immaginare come possa essersi formato un simile corpo di ghiaccio, bisogna pensare a un’unghia che cresce nel tempo». Dopo un po’ che non viene tagliata — continua — «finisce per spezzarsi in modo naturale, spesso seguendo linee geometriche quasi lineari».

Ghiacciaio rettangolare in Antartide, il precedente

Un precedente di rottura si verificò nel 2000 con quello che venne ribattezzato B-15, l’iceberg più grande che sia mai stato registrato. Misurava intorno ai 295 km in lunghezza e 37 km in larghezza, con una superficie di 11mila chilometri quadrati e un peso stimato di 3 miliardi di tonnellate. Si staccò un pezzo alla Barriera di Ross nel 2000 e si spaccò nel novembre del 2002, in modo quasi lineare.

Precedente Nicola Zingaretti Segretario del Pd? Ecco perché è un pericolo per l’ambiente Successivo Simpson, serie a rischio se personaggio di Apu fosse eliminato

2 commenti su “Antartide, Nasa fotografa ghiacciaio di forma rettangolare: da Ufo a scioglimento, le possibili cause

  1. Korben il said:

    Beh, potrebbe essere anche falso ma sbeffeggiare facendo il poof come se avessi visto il video di un ufo che atterra sul vaticano, è esibizionismo. Ps: Ci so. Solo due like, quindi non vedo sto mondo di creduloni. Dovresti sapere che la natura produce forme geometriche perfette, dal micro al macro, una potrebbe essere questa. Potevi trovare occasione migliore per fare il grandioso

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.