Castel del Monte, tutti i misteri che contiene il castello voluto da Federico II

Tempo di lettura:   3 minuti

Castel del Monte dove si trova? Castel del Monte quando fu costruito? Castel del Monte ottagonale. Castel del Monte l’ho visitato nel 2008, in una gita giornaliera in quel di Puglia. Fu la prima tappa, alla quale fecero seguito la stupenda Trani e Alberobello con i suoi mistici trulli. In Puglia ci sono stato più volte, per ammirarne le bellezze marine e culturali. Una regione meravigliosa dalle altissime potenzialità, che sono sfruttate solo in parte per i soliti problemi italiani. Un risveglio di questa regione si è comunque registrato durante i dieci anni di governo regionale di Nichi Vendola. Oggi felicemente in Canada a fare il mammo col suo compagno e il suo figlioletto. Non volendone più sapere della politica italiana, sebbene, occorre dirlo, ormai aveva perso quell’appeal elettorale della seconda metà anni 2000.

Ma tornando a Castel del Monte, questo edificio fu voluto dall’Imperatore Federico II di Svevia e contiene diversi misteri e leggende. Che riporto di seguito.

Castel del Monte dove si trova

castel del monte

Dove si trova Castel del Monte? Come riporta Wikipedia, Castel del Monte si trova nell’altopiano delle Murge occidentali in Puglia, nell’attuale frazione omonima del comune di Andria, a 18 km dalla città. Nei pressi della località di Santa Maria del Monte, in provincia di Barletta-Andria-Trani, sulla sommità di una collina, a 540 metri s.l.m.

Castel del Monte quando fu realizzato

castel del monte foto alto

Quando fu realizzato Castel del Monte? Come riporta Si Viaggia, la nascita dell’edificio si colloca ufficialmente il 29 gennaio 1240, quando Federico II ordinò che venisse predisposto tutto il necessario per la sua costruzione. Sebbene molti studiosi non concordino con questa idea né condividano l’attribuzione a un preciso architetto: non si sa se a ideare la costruzione fu Riccardo da Lentini o lo stesso Federico II.

Castel del Monte misteri e leggende

castel del monte foto

Quali sono i misteri di Castel del Monte? Un’antica leggenda ne fa risalire l’origine a un’iscrizione riportata in un antico tempio. Qui, narra la tradizione, c’era una statua sul cui capo era riportata la seguente frase: “Il mio capo è di bronzo ma a levar del sole a calendi di maggio sarà d’oro”. Un giorno un saraceno risolse l’arcano e il primo giorno di maggio, al sorgere del sole, iniziò a scavare dove cadeva l’ombra della statua, risalendo a un antichissimo e ricchissimo tesoro, con il quale fu costruito il castello.

Nelle strutture di Castel del Monte, con il suo perfetto disegno geometrico che ricorda un intricato labirinto, si possono rinvenire ancora le tre impronte lasciate dall’imperatore Federico II. La prima è riscontrabile nella sesta sala dove, quasi nascosto da un gioco di luce, è scolpito un giglio con 3 foglie e uno stelo. Dubbio è invece il riferimento alla somma degli otto lati su cui poggiano i muri perimetrali e dei restanti 48 piccoli lati delle torri, che fanno un totale di 56, come gli anni di vita dell’Imperatore.

Un altro elemento di osservazione è quello dell’ingresso del castello, caratterizzato da un imponente portale costituito da 2 colonne e da 2 leoni, il primo con lo sguardo rivolto verso il sorgere del sole al solstizio d’inverno e il secondo con lo sguardo rivolto nella direzione del sorgere del sole nel solstizio d’estate. Con l’impressione, a chi si avvia per l’uscita, di non poter mai dare le spalle alla struttura.

Se immaginassimo, infine, il portale tagliato in due parti da una linea verticale, apparirebbe sul lato sinistro il terzo elemento: una grande “F”, quella di Federico II di Svevia, una figura ancora oggi avvolta dal mistero.

Precedente WhatsApp, tanti trucchi per usarlo al meglio Successivo Batteria smartphone, stiamo sbagliando tutto: come ricaricarla per farla durare

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.