Crea sito

Cimitile e le suggestive basiliche paleocristiane

Cimitile è un Comune della Campania di oltre 7mila abitanti. Cimitile rientra nel territorio del nolano, distante da Napoli circa 26 km. Il luogo dove oggi sorge Cimitile ospitò anticamente un tempio di Ercole. In epoca romana il territorio fu occupato da una necropoli, che fu luogo di sepoltura di un santo molto venerato, Felice, morto il 14 gennaio di un anno imprecisato verso la fine del terzo secolo.

La storia di Cimitile

Sulla tomba di San Felice, fu realizzata una delle prime memorie cristiane con l’erezione in onore del santo di un mausoleo quadrato. Dalla funzione cimiteriale deriva quindi l’antico nome Cimiterium, divenuto poi Cimitile. La primitiva basilica di San Felice era insufficiente per raccogliere l’immensa folla di fedeli che si recava a pregare sulla tomba del santo (tra cui forse anche papa Damaso), per cui nei primi anni del V secolo il nobile gallo-romano Ponzio Meropio Paolino (san Paolino di Nola) gettò le fondamenta della nuova basilica in onore di san Felice.

Dopo aver fatto parte del Ducato di Napoli, Cimitile divenne un luogo di culto e di pellegrinaggio fra i più importanti della Tarda Antichità e del Medioevo, nonché uno dei casali della Contea di Nola in Terra di Lavoro, quindi, dal XVII secolo feudo della famiglia Albertini.

Negli anni trenta il Soprintendente Professor Gino Chierici iniziò gli scavi che portarono alla luce una parte dell’inestimabile patrimonio monumentale di Cimitile, privilegiando le opere antiche rispetto a quelle tardomedievali e di età moderna, che furono quasi interamente distrutte.

Il 23 maggio 1992 Giovanni Paolo II giunse in pellegrinaggio alla tomba di San Felice. Raccogliendosi in una intensa preghiera per un po’.

Concerti area paleocristiana di Cimitile

Dal 2002 si punta a far diventare l’area archeologica paleocristiana di Cimitile un bene Unesco. Oggi l’area archeologica rientra sovente in manifestazioni musicali di rilievo, tra cui una delle tappe del Pomigliano Jazz Festival. Il luogo è molto suggestivo e si presta bene a gradevoli serate estive all’aperto all’insegna della musica. Purché ovviamente non se ne stravisino la storia e le origini.

cimitile basiliche paleocristiane

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.