Ecco le città italiane dove i giovani stanno fuggendo

Che l’Italia “non sia un Paese per vecchi” lo si sapeva già. Ma ormai più che fuga di giovani, dobbiamo parlare di autentica emorragia. Sono disarmanti i dati diramati dalla fondazione Leone Moressa, la quale registra 80mila emigranti netti all’anno. Ma va anche aggiunto che tale dato si limita a contare quanti cambiano ufficialmente residenza. Quindi, se si considerassero anche i domiciliati o quanti si spostano da pendolari, il numero sarebbe molto più alto. Vediamo quali sono le città italiane dove i giovani scappano di più.

Tra i primi posti delle fughe di giovani tutte città del sud

giovani messina lavoroCome riporta L’Espresso, in termini assoluti in cima a questa classifica c’è Napoli: a cui hanno detto addio 6.501 ventenni in otto anni. Seguono i quattromila ragazzi che hanno lasciato Messina, i tremila in fuga da Taranto, da Reggio di Calabria, Palermo, Bari e Cagliari. Per quanto riguarda le regioni, invece, è la Sardegna quella che sta peggio, con il 25% dei giovani fuggiti. Le città messe peggio sono Monserrato, Carbonia, Assemini, Sassari, Quartu Sant’Elena.

Ma non c’è solo il sud. In termini percentuali, ad esempio, soffre molto la Toscana, con Carrara che ha perso molti giovani piazzandosi sesta. Mentre in termini assoluti, a piazzarsi decima è Prato. Città che un tempo offrivano prospettive industriali, la prima per il marmo, la seconda per il tessile. Un’altra regione del centro si piazza sesta in termini percentuali: l’Abruzzo con Lanciano.

Ecco la classifica delle perdite in termini percentuali:

La classifica delle perdite in termini assoluti:

Precedente In Islanda sindrome di Down quasi sconfitta: ma il metodo è raccapricciante Successivo Napoli a Natale? Un Corno: ecco come sarà la gigantesca opera sul lungomare

7 commenti su “Ecco le città italiane dove i giovani stanno fuggendo

  1. AvatarTeresa il said:

    un grande applauso a voi che avete deciso di lasciare le vostre cittù natali per andare in posti dove sicuramente sarete gratificati lavorativamente ed economicamente.

  2. AvatarGiovanna il said:

    Purtroppo si ne conosco tanti che sono andati via purtroppo qua non c’è futuro per i nostri giovani e fanno bene se decidono di andarsene

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.