Come trovare lavoro su Linkedin

Tempo di lettura:   3 minuti

LinkedIn è un Social gratuito (con servizi opzionali a pagamento) nato negli Usa nel 2003, al fine di creare e sviluppare i contatti professionali e poter ampliare le proprie opportunità di trovare un lavoro o collaboratori per la propria attività. Ad oggi è presente in oltre 200 paesi (di tutti i continenti), superando i 400 milioni di iscritti lo scorso anno. Cresce a una velocità di 1 milione di iscritti alla settimana. Se il numero maggiore di utenti resta americano (il 56%), in Europa se ne contano oltre 22 milioni, e l’Italia è, assieme ad Olanda e Francia, il Paese che ne conta di più. Di seguito cerchiamo di scoprire come trovare lavoro su Linkedin.

Come trovare lavoro su Linkedin: le cose da fare

come funziona linkedin
Su Linkedin è importante ampliare la propria rete di contatti

Innanzitutto, inutile dirlo, occorre registrarsi al portale di Linkedin come si fa normalmente con tutti i Social network. E’ opportuno compilare in modo dettagliato tutte le voci richieste e, soprattutto, inserire tutte le proprie esperienze di lavoro. Passate e presenti. Proprio come si fa per la compilazione di un curriculum vitae tradizionale. Durante la compilazione del proprio profilo, vedrete che, digitando il nome della società presso cui avete lavorato, se anch’essa si trova su Linkedin avrete la possibilità di taggarla. E’ consigliato dunque inserire il nome taggato, cosicché darete maggiore veridicità alle vostre informazioni. Per ogni profilo professionale viene proposto un nome da scegliere che è un vero e proprio link. Il quale, se cliccato, vi riporta ad altre persone che lavorano o hanno lavorato per la stessa professione. Il tutto, appunto, per creare una rete tra i professionisti e rendervi maggiormente rintracciabili per chi cerca quel tipo di figura professionale.

Trovare lavoro tramite Agenzie interinali? Alquanto difficile: IL FALLIMENTO DELLE AGENZIE INTERINALI, SEI AZIENDE SU DIECI ASSUMONO DIETRO RACCOMANDAZIONE

I suggerimenti su come trovare lavoro su Linkedin non finiscono qui. Dovete inserire anche la vostra formazione, la visibilità della mail (anche se c’è un bottone apposito per essere contattati), un riepilogo che parli di voi. Anche dei vostri hobby extra-lavorativi. Inserite anche le lingue conosciute, i vostri interessi, le vostre conoscenze. Insomma, compilate il meglio possibile tutti i campi. Perché no, condividete anche dei link interessanti. Se siete articolisti o blogger, ad esempio, i vostri articoli più interessanti e significativi per il vostro profilo e quello che cercate. Infine, inserite una foto che sia accattivante. Ovviamente senza esagerare: non dovete cercare marito o moglie, ma il lavoro. Un bel sorriso o una foto intrigante possono andare bene; ma salvo per le professioni che puntano sull’estetica, dovete trasmettere sicurezza e serietà, non fascino da latin lover o femme fatale.

Una volta completato il profilo, aggiungete persone che sia affini al vostro profilo. Vi renderà maggiormente notabili e rintracciabili. Sul lato destro c’è una sezione ‘Persone simili a (nome utente)’ dove appaiono persone simili al profilo visualizzato. Può essere utile per essere cercati da chi vuole assumere collaboratori.

Naturalmente, oltre a curare il vostro profilo, potete anche attivarvi nella ricerca di lavoro dato che sul sito c’è ovviamente una sezione dedicata a ciò. Potete spulciare gli annunci o inserire una parola chiave per scremarli.

Come trovare lavoro su Linkedin: cosa bisogna evitare

Come trovare lavoro su Linkedin
L’Italia è uno dei quattro Paesi europei che usano di più Linkedin

Come trovare lavoro su Linkedin? Non bisogna scambiarlo per Facebook. Evitare di pubblicare scemenze varie ed eventuali come si fa sul popolare Social. C’è gente che pubblica gattini, meme, frasi motivazionali in stile baci perugina, tramonti, foto delle vacanze e quiz matematici. Meglio riempire la propria bacheca di propri articoli, quale migliore pubblicità? Ma anche articoli di giornali importanti, su temi vicini al lavoro che si sta cercando. Ancora, evitate come già detto foto esagerate. Puntate sulla sicurezza e sulla serietà, non sul vostro vero o presunto fascino.

In bocca al lupo!

Precedente Morto Casaleggio, cordoglio ipocrita della politica Successivo Lasciare la mancia, 18 Paesi dove è un'offesa

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.