Crea sito

Coronavirus trasmesso da smartphone? Cosa c’è di vero

Ultimo aggiornamento

Il Coronavirus Covid-19 si trasmette anche tramite smartphone? In effetti, sono molti a chiederselo, considerando il fatto che passiamo molto tempo del giorno a smanettare con il nostro device mobile.

Magari anche per aggiornarci proprio sul virus, e, perché no, leggere battute ed ironie sull’argomento pure per sdrammatizzare un po’ ed alleggerire una situazione diventata ormai pesante.

La Lombardia è stata messa tutta in quarantena, così come diverse province tra Veneto ed Emilia Romagna. In Campania e in Puglia c’è invece molta apprensione per i tanti emigrati che sono letteralmente scappati sabato sera. Dopo che lo staff del Governatore lombardo Fontana aveva fatto trapelare la bozza di decreto di lì a poco resa pubblica dal Premier Conte.

Intanto, l’economia del nostro Paese si sta a poco a poco fermando, con chiusure varie ed eventuali delle attività produttive. Mentre le Borse vanno a picco da settimane.

Ma torniamo alla domanda di partenza: il Coronavirus si trasmette anche tramite smartphone? Ecco come stanno le .

Coronavirus si trasmette tramite smartphone?

smartphone coronavirus

Come riporta TgSky24, gli esperti ripetono che il virus può penetrare nell’organismo solo se entra direttamente in contatto con le mucose del naso, della bocca e degli occhi.

Quindi, vale sempre lo stesso discorso: la regola è sempre quella che è indispensabile “lavarsi bene le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi, o con un gel a base di alcol al 60%, in particolare dopo aver toccato oggetti sporchi”.

In virtù di ciò, è buona norma disinfettare sempre gli oggetti che si utilizzano “con un panno inumidito e con prodotti a base di alcol, acqua ossigenata o candeggina”.

Quindi, non è lo smartphone in sé che trasmette il Coronavirus, ma il problema può verificarsi “dalla possibile contaminazione delle mani che poi vengono a contatto con le mucose”.

Quindi, se appoggiate lo smartphone sulla mensola di un treno, sul tavolo di un locale pubblico, sulla superficie di un pubblico ufficio, o peggio ancora di un ospedale, appena potete disinfettate il telefono con un fazzoletto o ovatta imbevuti di prodotti a base di alcol, acqua ossigenata o candeggina.

E’ buona norma anche disinfettare la superficie prima di appoggiare i nostri oggetti. Quindi smartphone, libri, bottigline d’acqua, il nostro pranzo, ecc.

Queste in realtà sono regole generali che dovrebbero valere sempre. Perché le infezioni sono sempre un rischio.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Una risposta a “Coronavirus trasmesso da smartphone? Cosa c’è di vero”

  1. E’ bene precisare che quanto diramato dal sito della Lombardia, uscito impropriamente dalla sala del cdm, era giò stato citato almeno 5 ore prima da reti televisive fra cui il tg4. Questo, altrimenti si fa cattiva informazione. In questo periodo, poi, potrebbe essere deleteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.