Cottarelli dà lezioni da Fazio tutte le domeniche: ma ecco quanto ci costa

Tempo di lettura:   2 minuti

Quanto guadagna Carlo Cottarelli? Quanto costa alla Rai Carlo Cottarelli? Viene ormai chiamato Mr Spending Review, in quanto, nel novembre 2013, è stato nominato dal Governo Letta commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica. L’attività del commissario straordinario riguarda le spese delle pubbliche amministrazioni, degli enti pubblici, nonché della società controllate direttamente o indirettamente da amministrazioni pubbliche che non emettono strumenti finanziari quotati in mercati regolamentati.

Non solo, Carlo Cottarelli è stato anche Premier per una notte. Quando il 28 maggio, per uscire dall’empasse post-elettorale dello scorso marzo, il Presidente della Repubblica Mattarella gli ha affidato l’incarico di formare un nuovo Governo. Scatenando le critiche di chi quelle elezioni le aveva vinte. Cottarelli è personaggio vicino al Pd, che in quelle elezioni uscì con le ossa rotte. Maturando uno striminzito 18%.

Dal 23 settembre, Carlo Cottarelli è ospite fisso nel programma di Fabio Fazio su Rai 1, Che tempo che fa? Dove parla delle mosse economiche del Governo Conte, spiattellando critiche stroncature. Del resto, il programma di Fazio si sa in quale direzione politica va. E sappiamo anche bene quanto Fazio sia riempito di soldi per un programma di parte su una rete pubblica.

E quanto costa alla Rai Carlo Cottarelli? Non poco. Ecco quanto.

Quanto costa Carlo Cottarelli alla Rai

cottarelli fazio

Quanto costa Carlo Cottarelli alla Rai? Come riporta Il Giornale, molto attivo su questo fronte il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri e Fratelli d’Italia che hanno presentato una interrogazione a Viale Mazzini. E la Rai ha risposto affermando che di fatto l’intervento di Cottarelli costa 6500 euro.

I soldi di fatto andrebbero all’università Cattolica dove insegna lo stesso direttore dell’Osservatorio sui conti.

“La Rai – si legge nella risposta dell’azienda a Gasparri – ha un accordo-quadro di appalto parziale con la società Officina per la realizzazione delle puntate di “Che Tempo Che Fa”, approvato nel giugno 2017 dal precedente consiglio di amministrazione; all’interno di tale contratto è previsto un valore forfettario a puntata per la presenza degli ospiti e per le relative spese. È pertanto Officina che stipula direttamente i contratti con gli ospiti”.

Di fatto è la società Officina, controllata per metà da Fazio a versare il cachet al professor Cottarelli. La Rai fa sapere che Cottarelli ha sottoscritto una liberatoria

“con relativa cessione dei diritti di immagine relativa alla partecipazione al programma a titolo gratuito, mentre la Cattolica ha sottoscritto un contratto per la fornitura dei contenuti per l’intervento del professor Cottarelli: pertanto a fronte di tale consulenza l’ateneo riceve 6500 euro a puntata”.

Come riporta Il post, la Rai e lo stesso Cottarelli a mezzo Twitter hanno precisato che l’economista non riceve alcun compenso: i 6.500 di cui parlano i tre quotidiani vengono versati, come già detto, all’Università Cattolica, che li usa per finanziare attività di ricerca.

La presenza in studio di Cottarelli nei giorni scorsi era stata contestata anche dal Movimento Cinque Stelle. Duro il commento del grillino Paragone: “Mi sembra che Fazio voglia fare con questa omelia della domenica di Cottarelli un lavaggio del cervello agli italiani per convincerli che le manovre di un governo populista facciano male. E non c’è neppure un contraddittorio!”.

Fermo restando che i soldi non vanno a Cottarelli, resta comunque un sermone domenicale contro il governo in parte pagato con denaro pubblico.

Precedente Oroscopo, il luogo ideale dove dovresti vivere in base al tuo segno Successivo Cassano si ritira: ecco intervista bomba a Le Iene

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.