DA BANDERAS A COSTNER: QUEI DIVI DI HOLLYWOOD CHE SI RIDICOLIZZANO NEGLI SPOT TELEVISIVI

DIVERSI SONO GLI ATTORI AMERICANI CHE PROMUOVONO PRODOTTI ITALIANI
Si dice che la pubblicità sia l’anima del commercio. Lo sanno bene le aziende italiane che “scomodano”, a colpi di dollari, noti attori americani. Alcune pubblicità sono anche consone al loro stile e alla loro fama, come George Clooney per la Nespresso, molto diffusa anche in America; o Dustin Hoffman che pubblicizza le Marche, regione dove ha le proprie origini e anche dei vigneti; o ancora Nicole Kidman, apparsa nella pubblicità di Sky su un balcone che sale su un paniere con frutta e ortaggi. In altri spot televisivi invece gli attori americani vengono palesemente ridicolizzati, anche dal tipo di prodotto che sono chiamati a testimoniare.

DAI FROLLINI AL TONNO – Ha scatenato diverse ilarità lo spot televisivo dei frollini della Mulino bianco che vedono come protagonista Antonio Banderas; lui sex symbol che parla con una gallina e prepara biscotti. E cosa dire di un altro sex symbol, Kevin Costner, che prepara il Tonno Rio mare a casalinghe eccitate sulla Costiera amalfitana? Non scherza neanche il biondo attore americano Owen Wilson, a fare il figo con il Crodino come fosse una bevanda alcolica. Perfino Bruce Willis ha deciso di ridicolizzarli, per la Vodafone.  
Molto meglio la pubblicità anni ’80 della pelliccia Annabella con il grande Alain Delon. All’epoca ormai già al tramonto della sua carriera, ma sempre con lo stesso stile.
Precedente PER LA PRIMA VOLTA ALLE PROSSIME ELEZIONI EUROPEE NON CI SARANNO COMUNISTI E RADICALI Successivo LA STRUGGENTE STAIRWAY TO HEAVEN DEI LED ZEPPELIN SAREBBE UN PLAGIO

0 commenti su “DA BANDERAS A COSTNER: QUEI DIVI DI HOLLYWOOD CHE SI RIDICOLIZZANO NEGLI SPOT TELEVISIVI

  1. AvatarAnonimo il said:

    Loro ridicoli?NOI siamo fessi…Loro intelligenti e furbi,anzi furbissimi,cavalcano l'onda dell'ignoranza e fanno bene!Guardate la TV…pecore!!!

  2. AvatarToro sedato il said:

    Un paio di giorni di riprese sul set per un cachet a sette cifre,ricaricato ovviamente sul costo dei prodotti in questione che poi la gente compra…mi sa che i ridicoli non siano loro…

  3. AvatarEriel il said:

    Hai proprio ragione!!! Ridicoli al massimo, osceni direi! La grossezza delle fette biscottate, la gallina, la cioccolata… Che pena! Il bello è che si prenderanno un mucchio di soldi per pubblicità così demenziali!

  4. AvatarAnonimo il said:

    ormai non c'è più limiti al peggio, per questi "grandi attori" che si vendono ridicolizzando l'essere vere e proprie icone grazie alle loro interpretazioni sul grande schermo… fanno quasi pena, a volte.Dark Knight

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.