LA LEGA TORNA ALLE ORIGINI, MA QUANTO DURERA’?

Cosa ne pensi?
I DISCORSI DI MARONI APPAIONO FORZATI E RIPETITIVI, QUASI IMBARAZZATI. E INTANTO IL CAVALIERE PARLA DI UN’ENNESIMA RICANDIDATURA

La Lega Nord torna alle origini, nel tentativo di rifarsi una nuova verginità dopo lo scandalo della Bossi family, la quale aveva trasformato le casse del partito in un Bancomat personale. Il Carroccio parla nuovamente di Roma ladrona, Padania, pericolo extracomunitari e quant’altro; riflettendo anche su una possibile mancata candidatura alle prossime elezioni politiche, dedicandosi esclusivamente alle attività locali.

MARONI LEADER POCO CONVINTO – Il suddetto scandalo legato soprattutto a Bossi jr. ha spalancato la leadership a Roberto Maroni, attuale Segretario del partito con i suoi fedelissimi Flavio Tosi e  Matteo Salvini. Eppure l’ex Ministro Bobo non sembra convintissimo dei suoi discorsi al popolo padano; appaiono freddi, forzati, talvolta imbarazzati. Maroni sa bene quanto, come Ministro degli interni, abbia goduto dell’apprezzamento anche dei moderati e di una parte della sinistra. E in virtù di ciò è consapevole di avere davanti una discreta prospettiva di proseguire una brillante carriera politica; la quale le sarebbe preclusa se rimettesse la Camicia verde e tornasse a sparare a zero su Roma, il Mezzogiorno e le alte cariche dello Stato, oltre a riparlare di Secessione. Un ritorno al passato che non gli gioverebbe di certo, come non gioverebbe a tutto il partito, che se si rimettesse a fare politica esclusivamente a livello locale, non avrebbe alcuna possibilità di ottenere leggi pro-Settentrione (qualcosina, in questi vent’anni, è pur sempre arrivata).

E POI STA TORNANDO BERLUSCONI…Ma Maroni a parte, il progetto nostalgia della lega potrebbe avere un altro ostacolo: il ritorno di Silvio Berlusconi, che a quanto pare vuole perfino ricandidarsi. Le grandi doti persuasive del Cavaliere potrebbero far tornare Bossi (ancora molto influente, checché se ne dica) e co. alla sua Corte. E poi non dimentichiamoci mai quella Fideiussionedel 2000…

Precedente MASSA MARITTIMA, IL TIMIDO GIOIELLO DI GROSSETO Successivo TERMOLI, IL MARE DELLA MONTAGNA

Lascia un commento

*