Governo Conte già a rischio: chi è il Ministro che rischia di far saltare tutto

Cosa ne pensi?
1

Il Governo Conte prosegue nel suo cammino. Per ora, sono tre i provvedimenti più importanti che lo stanno contraddistinguendo: il cambio di rotta sulle politiche relative all’immigrazione, che ha aperto una crepa con l’Ue. Sebbene occorre dire che gli sbarchi sono diminuiti del 90% nell’ultimo anno grazie al provvedimento del precedente Ministro degli interni Minniti. Poi il decreto dignità, tanto voluto dai Cinquestelle, per combattere il precariato, con i rinnovi prorogabili fino a 24 mesi.

Il che però sta creando polemiche e critiche da parte di quanti ritengono che ciò comporterà un crollo delle assunzioni. E infine la questione vaccini, col Ministro Grillo che ha soppresso l’obbligo per alcuni vaccini, pur invitando a vaccinarsi. Il che di fatto sta innescando dure polemiche da parte di quanti ritengono che così facendo si metterà in pericolo la salute di molti bambini.

In politica estera, il Governo Conte si sta contraddistinguendo per l’avvicinamento alla Russia di Putin e l’amicizia con Trump, non certo in linea con quanto sta facendo il resto d’Europa. In materia di politica fiscale si attende la flat tax e un consistente provvedimento in favore del cosiddetto “popolo delle Partita Iva”. Per quanto concerne i beni culturali, il nuovo Ministro vuole rimuovere le domeniche gratuite ai siti culturali, al fine di razionalizzare la gratuità dando anche più autonomia decisionale a chi li gestisce.

Poi c’è la questione Tav, con la Lega che vorrebbe completarla e il M5S no.

Insomma, tra gaffe, critiche, promesse e cambiamenti concreti, il Governo Conte sta andando avanti. Tuttavia, potrebbe avere vita breve a causa di un Ministro. Ecco chi.

Il Ministro Fontana rischia di far saltare il Governo Conte

lorenzo fontana

Come riporta Libero, Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia, ogni volta che parla rischia di far saltare il governo targato Lega-M5s. Dalla famiglia alla legge Mancino, le sue dichiarazioni sono sempre delle bombe. Classe 1980, Fontana, laureato in Scienze Politiche, è uno dei più giovani ministri del governo. Leghista della prima ora, ricorda il Giornale, dal 2002 è stato segretario dei Giovani padani e dal 2009, per due mandati, è stato parlamentare europeo, come Matteo Salvini. Con il quale ha un legame molto stretto. Tanto che il leader della Lega ha puntato molto su di lui.

“Da un lato l’indebolimento della famiglia e la lotta per i matrimoni gay e la teoria del gender nelle scuole, dall’ altro l’ immigrazione di massa che subiamo e la contestuale emigrazione dei nostri giovani all’estero. Sono tutte questioni legate e interdipendenti, perché questi fattori mirano a cancellare la nostra comunità e le nostre tradizioni”, sostiene Fontana. Il suo modello è Putin, un “riferimento per chi crede in un modello identitario di società” che “difende la famiglia e la tradizione”. Ma Dio viene prima di tutto: Fontana è cattolico tradizionalista, contrario ad aborto, unioni gay ed eutanasia.

Ma su questi temi manda in corto circuito il governo e costringe Salvini a smentirlo: “Le sue idee non sono nel contratto di governo“. Sarà lui a staccare la spina al Governo Conte? O semplicemente, sarà presto rimosso dal suo incarico? Vedremo.

Precedente Emma Marrone, clamorosa gaffe di Federica Pellegrini su Instagram: cosa ha scritto Successivo Fiat manda in pensione la Punto: storia di un modello di successo

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.