Higuain: da Maradona a Cavani, la brutta fine di chi tradisce Napoli

Cosa ne pensi?

Una Napoli così provata non la vedevo dalla morte di Pino Daniele. Per strada, sui mezzi pubblici, nei bar, in casa, sui Social e in ogni dove, la città partenopea di fede azzurra sta manifestando tutta la sua tristezza, ma anche rabbia e frustrazione, per il passaggio di Gonzalo Higuain alla Juventus. Un fatto inimmaginabile fino a una settimana fa, data la manifestazione d’affetto che il bomber argentino ha manifestato per il Napoli nell’ultimo anno solare. Certo, De Laurentiis ha fatto poco per trattenerlo, fissando fin da subito una clausola rescissoria faraonica per guadagnarci il più possibile. Certo, la Juventus ha la forza economica e vuole vincere la Champions. Certo, Higuain si approssima ai trent’anni e vuole ancora vincere qualcosa di importante; e visto il solito calciomercato imbastito dal patron azzurro, ha capito che era difficile anche in questa stagione.

Tuttavia, un minimo di riconoscenza la doveva quanto meno al tecnico Sarri, che lo ha caricato e spronato a dovere, rendendo un giocatore da 40 milioni di euro e 15 reti a stagione, una macchina da gol. Dunque, quanto meno, Higuain doveva restare un’altra stagione per l’affetto dei tifosi e, soprattutto, come riconoscenza verso Sarri. Ma si sa, il calcio è diventato un business da inizio anni ’90, dopo la ”sentenza Bosman”. I tifosi azzurri gli augurano il peggio possibile visto che, oltre ad essere andato via, lo ha fatto recandosi proprio nella squadra da loro più odiata. Jella, o, come diciamo qua, Jastemme, che potrebbero ”cogliere” (colpire in napoletano) facilmente, alla luce di quanto accaduto a tanti calciatori che hanno tradito il Napoli. Non solo per passare alla Juventus. Eccone una carrellata.

Higuain farà la fine di questi giocatori?

higuainTanti sono i giocatori che, come Higuain, hanno lasciato il Napoli per la tanto odiata Juventus. Partendo da quelli che hanno comunque trovato fortuna, ricordiamo: Jose’ Altafini, Dino Zoff, Ciro Ferrara, Fabio Cannavaro, Omar Sivori, Massimo Mauro. Poi ci sono stati quelli che, recandosi alla corte della Vecchia signora, hanno fatto una brutta fine. Giocando poco o nulla: Fabio Quagliarella, Daniel Fonseca, Leandro Rinaudo, Paolo Di Canio, Eugenio Corini, Manuele Blasi e Marcelo Zalayeta.

Higuain come altri ”traditori”?

lavezzi cavaniMa la lista dei traditori nei confronti del Napoli a cui non è andata benissimo prosegue anche per quelli che non sono passati alla Juventus. Si pensi a Cavani e Lavezzi al Paris St Germain, finiti a fare da comprimari all’ingombrante Ibrahimovic, mentre a Napoli venivano trattati da idoli; non riuscendo neppure a vincere la Champions. E una sorta di tradimento fu anche quello di Diego Armando Maradona, che lasciò malamente Napoli e l’Italia dopo essere risultato positivo alla cocaina. Ma scricchiolii iniziarono già prima. In Coppa dei Campioni, dopo la doppia vittoria sugli ungheresi dello Újpesti Dózsa, al secondo turno il Napoli incontrò lo Spartak Mosca; l’andata al San Paolo finì in parità, 0-0, e in occasione della partita di ritorno in Russia Maradona non partì con la squadra, bensì noleggiò un aereo privato ed arrivò a Mosca solo la sera successiva; il caso fu ampiamente affrontato dalla stampa italiana, che tra l’altro riportò alcune dichiarazioni di Luciano Moggi (allora dirigente del Napoli) e Albertino Bigon. Maradona entrò in campo solo nel secondo tempo, l’incontro finì 0-0 anche dopo i supplementari e i russi vinsero la partita ai rigori (nonostante Maradona avesse siglato il suo).

Leggi anche: Napoli dopo Maradona poteva sognare ancora: quel rifiuto che cambiò la sua storia

Dopo un anno e mezzo di squalifica, il Napoli cedette El pibe de oro al Siviglia per 7,5 miliardi, sebbene alla fine fu autorizzato dalla Uefa a pagarne solo 4. Il bottino stagionale in Spagna fu magro: in 25 partite Maradona segnò 5 gol, ma fece comunque 12 assist. Da allora la sua vita privata e professionale fu un continuo calvario, tra problemi di salute e familiari. In fondo anche lui cedendo alle lusinghe della droga ha tradito Napoli, ma soprattutto, il proprio talento.

Comunque, a parte ciò, trovo ridicoli quei tifosi del Napoli che accusano Higuain di immoralità per essere passato alla Juventus e poi vendono il proprio voto per 10 euro.

Precedente Puglia, tutti pazzi per il Golf: ma dietro ci sono altri motivi Successivo Treni regionali, nuova beffa per pendolari: cosa cambia dal primo agosto

2 thoughts on “Higuain: da Maradona a Cavani, la brutta fine di chi tradisce Napoli

  1. Minoneas il said:

    Sinceramente non ho mai creduto, a quei giocatori che baciano la maglia, promettendo amore eterno. Higuain è un giocatore e un’uomo, prima ha provato a chiedere una formazione che potesse lottare per lo scudetto e per la Champions, l’ha fatto sapendo già, quale sarebbe stata la risposta del presidente. Allora è corso a mettersi la maglia bianconera, e proclamare il proprio amore…i giocatori sono venali, e i presidenti (in genere tutti) lo sono altrettanto, se non di piu’. Si, perchè rinforzare la concorrente numero uno, per scudetto e coppa, è demenziale, ma Pecunia non olet….

Lascia un commento

*