Inter-Juventus potrebbe essere rigiocata: quell’errore “tecnico” che fa sperare Inter e Napoli

Cosa ne pensi?
2

Dal presunto fallo di Iuliano su Ronaldo in un Inter-Juventus di vent’anni fa, il “Derby d’Italia” vive da allora puntualmente di recriminazioni, sospetti e veleni. Acuiti con l’esplosione di Calciopoli e la cancellazione di due scudetti alla Juventus, di cui uno assegnato all’Inter.

Come ho spesso detto, quella compensazione la vedo più giusta per quanto accadde proprio in quella stagione. Quando a parte quel clamoroso rigore non assegnato all’Inter, ci furono altri evidenti episodi. Come il gol di Bierhoff non dato all’Udinese contro la Juventus (salvataggio di Iuliano ben oltre la linea) e quello dell’Empoli sempre contro i bianconeri pure non dato benché parato nettamente nella porta, oltre la linea, da Peruzzi.

E anche sabato sera Inter-Juventus è stata caratterizzata da diversi errori arbitrali commessi da Orsato. Come l’espulsione dopo appena 18’ di Vecino e quella mancata di Pianjc. Insomma, sebbene ci sia la Var, di errori si verificano sempre. Il risultato finale è stato 2 a 3 per la Juventus, in una pirotecnica doppia rimonta. Prima quella dell’Inter 2 a 1 e poi quella della Juventus 2 a 3.

Adirati non solo i tifosi dell’Inter, ma anche quelli del Napoli, che inseguono in maniera stretta i bianconeri. Tuttavia, c’è la speranza che la partita possa ripetersi per un “errore tecnico”. Vediamo quale.

Inter-Juventus, Var su Vecino non andava consultata

vecino espulsione

Come riporta Internapoli, che a sua volta attinge da La Gazzetta dello sport, al 18′ di Inter-Juventus, i nerazzurri sono rimasti in dieci per l’espulsione di Vecino. Decisione corretta in corsa con l’intervento della Var. Dopo che l’arbitro Orsato aveva optato per il cartellino giallo nei confronti del centrocampista uruguaiano.

Tutto nasce da un fallo di Vecino su Mandzukic: intervento molto duro, da cartellino “arancione”, ma che l’arbitro di Schio giudica da ammonizione. Poco dopo, però, Orsato viene invitato da Valeri e Giallatini (Var e Avar) a rivedere l’azione. L’arbitro ritorna sulla sua decisione ed espelle l’interista.

Una decisione probabilmente eccessiva, ma soprattutto viziata da un errore di fondo, perché l’intervento della Var è discutibile. Regolamento alla mano, la Var può intervenire su rigori, gol viziati da irregolarità, espulsioni dirette e scambi di persone sui cartellini, soltanto in caso di “chiaro errore. Nel caso del fallo di Vecino, però, non sembra esserci un chiaro errore: entrata interpretabile.

Inter-Juventus potrebbe ripetersi

inter juventus

Cosa accadrebbe nel caso in cui la violazione del protocollo dovesse essere comparata ad un chiaro errore arbitrale? Il risultato di Inter-Juventus non sarebbe omologato e si propenderebbe per la ripetizione del match. Una soluzione difficile e poco chiara dal punto di vista regolamentare, che al momento non può essere esclusa.

Interisti e tifosi del Napoli ci sperano. Ma difficilmente si arriverebbe a ciò. Tuttavia, le due società potrebbero anche fare un tentativo. Ciò che è certo, è che la Var è stata usata male. E in favore della Juventus. E ti pareva…

Precedente Reddito di cittadinanza bocciato da Bankitalia e Finlandia: doppio schiaffo per i Cinquestelle Successivo Non solo Avicii, quel male oscuro che uccide i Dj

2 commenti su “Inter-Juventus potrebbe essere rigiocata: quell’errore “tecnico” che fa sperare Inter e Napoli

  1. Bernardo il said:

    Ma davvero qualcuno vi paga x articoli del genere?
    E pensare che io lavoro x guadagnare 4 soldi, poi magari mi spiegate il trucco.
    Nell’attesa, conto che vengano rigiocate quantomeno Juve Inter 5 maggio
    Juve Milan gol di Muntari
    Juve Perugia con il diluvio e Collina
    Juve Real Madrid con il rigore al 93

    Così per equilibrare la sorte

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.