LA CLASSIFICA DEI MANAGER PIU’ PAGATI D’ITALIA

Sul sito di Msn.com – noto soprattutto ai giovani per l’applicazione di Messenger –  ho scovato un’interessante classifica dei manager più pagati d’Italia (nella sezione “Borsa e finanza”).
Nella classifica del 2009 a sorpresa gli industriali battono i banchieri. Va tenuto comunque conto che a questi compensi vanno poi aggiunti eventuali integrazioni per chi ricopre ruoli anche in altri gruppi. Ecco i 20 Paperon de paperoni nostrani. Indovinate qual è il settore che va per la maggiore? Proprio quello di cui si discute di più: il settore automobilistico. 
–br–
20. Dieter Rampl: Presidente di Unicredit con uno stipendio annuale di 1.599.000€<

br />19. Giuliano Zuccoli: Presidente di gestione di A2A, con 1.718.000€
18. Giovanni Castellucci: Delegato di Atlantia con 1.826.000€ annui
17. Francesco Gori: Direttore Generale di Pirelli con 1.859.000€
16. Antonio Vigni: Direttore generale di MPS con 1.955.000€
15. Umberto Quadrino: Amministratore delegato di Enel con 2.507.000€
14. Alberto Nagel: Amministratore delegato di Mediobanca con 2.564.000€
13. Fulvio Conti: Amministratore delegato di Enel con 2.620.794€
12. Giuliano Adreani: Consigliere delegato di Mediaset con 3.080.000€
11. Cesare Geronzi: Presidente di Mediobanca con 3.306.000€

Siamo ora alla Top ten:

10. Fedele Confalonieri: Presidente di Mediaset con 3.520.000€
09. Corrado Passera: Consigliere delegato di Intesa Sanpaolo con 3.811.000€
08. Paolo Scaroni: Amministratore delegato di Eni con 4.272.000€
07. Alessandro Profumo: ex Amministratore delegato di Unicredit con 4.324.000€
06. Pier Francesco Guarguaglini: Presidente e Amministratore delegato di Finmeccanica con 4.712.000€
05. Sergio Marchionne: Amministratore delegato di Fiat con 4.782.400€
04. Luca Cordero di Montezemolo: ex Presidente di Fiat con 5.177.000€

Ed ecco il podio:
 

03. Marco Tronchetti Provera: Presidente di Pirelli con 5.664.000€
02. Claudio De Conto: Direttore generale di Pirelli con 7.337.000€

THE WINNER IS:

CARLO PURI NEGRI, vicepresidente esecutivo di Pirelli Re con un ampio distacco dal secondo, ben 14.000.000€ annui. 

Dunque, i primi tre Paperon de’ paperoni appartengono tutti al gruppo Pirelli, mentre il quarto e il quinto alla Fiat. Insomma, i ricchissimi appartengono tutti al settore dell’auto. Peccato che a patire la presunta crisi del settore, siano coloro che guadagnano poco più di mille euro al mese, sgobbando nelle catene di montaggio.

(Fonte: Msn.it)

Precedente PER FRANCO CALIFANO “LA MUSICA E’ FINITA”…E PURE I SOLDI Successivo ZUCCHERO, E’ UN PECCATO PLAGIAR

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.