Lele Mora scende in politica: ecco il suo nuovo partito

La degenerazione della politica italiana è iniziata negli anni ‘80, quando i vecchi leader sono morti a poco a poco e i partiti hanno cominciato a virare verso la candidatura di personaggi famosi, la proposta di programmi puntualmente non rispettati, l’inscenare dibattiti televisivi verbalmente volgari e violenti.

Capostipiti di questa abitudine sono stati i Radicali, che a metà anni ‘80 candidarono la Pornostar Cicciolina. La quale poi fondò un partito proprio con tanto di programma insieme alla indimenticabile Moana Pozzi. Con l’ascesa di Silvio Berlusconi, la degenerazione della politica italiana è dilagata. Visto che con Forza Italia si candidarono vari Vip – tra presentatori, soubrette e giornalisti – e la televisione divenne il mezzo di persuasione principale.

Nell’ultimo governo guidato dall’ex Cavaliere, poi, accadde di tutto e di più. Lo scandalo De Gregorio, il caso Lavitola e L’Avanti!, la cortigianeria di personaggi pittoreschi come Emilio Fede, Tarantini, Lele Mora. Un circo fatto di nani e ballerine mentre l’Italia stava affondando.

Proprio uno di questi personaggi, Lele Mora, ricordato soprattutto per la sua scuderia fatta di bei ragazzi e avvenenti ragazze, ha deciso di scendere anch’egli in politica. Come non bastassero tutti i personaggi che già vi fanno parte. Ecco il suo nuovo partito.

Lele Mora Presidente di Union Cattolica

lele mora

Come riporta Libero, Lele Mora lo annuncia a I Lunatici di Rai Radio 2: è stato infatti nominato nelle ultime ore presidente del partito Unione Cattolica.

“È una novità. Abbiamo visto che tutti gli altri partiti hanno promesso di tutto prima di salire al Governo e poi invece hanno tolto di tutto e di più. L’Unione Cattolica è un partito legato molto alla Chiesa, al Vaticano e al cristianesimo. Io sono cattolico, credente e praticante. E come diceva Gesù Cristo, se uno ti dà uno schiaffo devi porgere l’altra guancia. Questo vuol dire che chi ha sbagliato una volta deve avere una seconda possibilità. Chi è protestato e non può aprire più conti, chi ha sbagliato come me ed ha pagato anche troppo caro, deve essere messo in condizione di rimettersi al lavoro e in movimento.Bisogna dare una seconda possibilità a tutti”, spiega Mora.

Dunque, l’ex agente dei vip prosegue:

“Nel partito Unione Cattolica avrò un ruolo molto attivo, anche da candidato in prima persona. Pure se ho avuto dei precedenti penali, ci si dovrà passar sopra. Non ho ucciso nessuno. Ho fatto degli errori, ma non è che siano chissà cosa. Scendo in campo a 360 gradi. Sono pronto a dare tutto agli amici che così fortemente mi hanno voluto”.

Dunque spiega che l’unica politica con cui potrebbe allearsi è Giorgia Meloni:

“È l’unica con cui potrei dialogare. La Signora Meloni dice cose vere, belle, giuste. Non promette mai cose irrealizzabili. E’ una donna vera, una vera politica, sa parlare, distinguere le cose che deve dire da quelle che deve fare. La manovra che hanno presentato in questi giorni i nostri governanti è ignobile. Se gli italiani avevano 2 euro, glieli stanno portando via”.

Lele Mora si dice certo che

“al massimo in due anni con il partito unione cattolica entreremo in Parlamento. Ci sono anche tanti vip che sto già contattando per parlargli di questo progetto. Sono andato in Albania a fare il direttore generale di Top Channel, altrimenti in Italia cosa mangiavo? Non posso aprire conti, se ho 100 euro sulla postepay me li portano via, sono marchiato a vita. Viaggiavo in aereo privato, avevo i soldi che mi uscivano dalle orecchie, ho sempre lavorato, dato tanto a chi mi era vicino, elargito pasti, pranzi, cene e ospitalità a tantissime persone. Tutti devono avere una seconda possibilità. In due anni saremo in Parlamento, ma senza fare promesse inutili”.

In questa politica italiana allo sbando, dove tutti possono avere una possibilità, c’è spazio anche per Lele Mora.

Precedente Casoria, Comune senza Sindaco da 13 anni Successivo Digiunare dopo le feste fa male alla salute: ecco cosa causa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.