Crea sito

Ennesima beffa Pd: altro che ritirarsi dalla politica, la Boschi candidata in 5 collegi

Quando il duo Renzi-Boschi propose il Referendum costituzionale del 4 dicembre 2017, dissero entrambi che se non fosse passato, si sarebbero ritirati dalla politica. Peccato che, all’indomani della sconfitta, non abbiano mai mantenuto quella promessa. Se è vero che Matteo Renzi si sia dimesso da Presidente del consiglio, è altrettanto vero che al suo posto ci ha messo la sua fotocopia: Paolo Gentiloni. Cambiando poco la squadra di Governo (a rimetterci è stata di fatto solo il Ministro dell’istruzione Giannini, forse perché all’acredine degli insegnanti è stata data buona parte della sconfitta elettorale). Mentre la bella Maria Elena Boschi è stata pure promossa: da Ministro delle riforme a Sottosegretario. Il tutto, anche in barba allo scandalo di Banca Etruria, che ha coinvolto il padre.

Non solo. La Boschi è stata candidata in ben cinque collegi, da Nord a Sud. Così da garantirle un posto al sole in Parlamento. E magari pure in un prossimo governo. Che sicuramente sarà di larghe intese e inciucista, alla luce della farraginosa legge elettorale. Ecco dove il Pd candida la Boschi.

I collegi dove la Boschi sarà candidata

maria elena boschi foto sexy

Come riporta Il Giornale, la bella Maria Elena oltre a correre nel collegio uninominale della Camera a Bolzano, è capolista nel collegio di Cremona-Mantova (Lombardia 4-02), nel collegio Guidonia-Velletri (Lazio 3), nel collegio di Marsala-Bagheria (Sicilia 2-01); in quello di Messina-Enna (Sicilia 2-03) e in quello di Ragusa – Siracusa.

Nord, Centro e Sud. E guarda caso, tranne nella sua Toscana. Dove forse la gente potrebbe punirla per la questione Etruria.

Boschi candidata a Bolzano: Südtiroler Volkspartei insorge

Già a Bolzano infatti i partiti locali sono insorti. “È un errore capitale”, ha sbottato con l’Ansa l’ex segretario della Svp Siegfried Brugge.

La Südtiroler Volkspartei è tutt’altro che soddisfatta alla presenza della Boschi.

“La Boschi è molto contestata nel proprio partito e sotto forte pressione per il caso Banca Etruria – ha spiegato all’Ansa la Brugger – comprendo che Renzi non voglia candidare la sua fidata in Toscana ma in un collegio ‘sicuro’, come quello dell’Alto Adige, che invece la Svp si presti a questo gioco è imperdonabile”.

Per l’ex parlamentare la Svp non dovrebbe “risolvere i delicati problemi interni” del segretario piddì. Anche per il deputato pentastellato, Riccardo Fraccaro, la mossa di Renzi dimostra che “il Pd è in pieno psicodramma”.

Boschi candidata in più collegi: come Renzi difende scelta

In conferenza stampa ieri sera al Nazareno Renzi ha annunciato che la Boschi sarà candidata “in diversi collegi e territori dove ha potuto lavorare nell’attività di governo. Anche a Taormina dove ha lavorato all’organizzazione del G7. Mentre a proposito dell’accordo con Svp, il Pd ha scelto figure di governo che hanno combattuto su alcuni temi, Bressa e Boschi, che hanno lavorato sui temi dell’autonomia”.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.