Musei, addio prime domeniche del mese gratis: quando sarà possibile entrare gratuitamente

Tempo di lettura:   2 minuti

Al fine di avvicinare i cittadini italiani a Musei e Cinema, il Governo Renzi nella persona del Ministro dei beni culturali Dario Franceschini, aveva introdotto le prime domeniche del mese gratis nei musei e il terzo mercoledì del mese a soli 2 euro al cinema. Le due iniziative hanno avuto un discreto successo, sebbene la seconda sia finita già da un anno. Non solo, ho sempre ritenuto che sarebbe stato meglio impostare 3 euro di ingresso ogni mercoledì della settimana, così da generare una fidelizzazione degli utenti al Cinema.

Del resto, i prezzi dei multisala hanno ormai raggiunto cifre assurde. Partendo dai 5,50 euro nei primi giorni della settimana per arrivare fino ai 12 euro nei weekend per i film in 3D. Come al solito, si cerca di aumentare gli introiti aumentando i biglietti, anziché fare promozioni convenienti. Il tutto, sommando pure il fatto che di film che valga la pena di vedere ne escono ormai 2-3 l’anno.

Riguardo le prime domeniche del mese gratis, malgrado l’ottimo riscontro, sono state abolite. Il neo Ministro alla cultura Alberto Bonisoli ha deciso di trovare una nuova formula. Che l’ex Ministro Dario Franceschini ha già bocciato: “Eliminare questa abitudine, buona, per una discontinuità politica è molto grave”. Bonisoli ha deciso di dare maggiore autonomia ai direttori dei siti culturali. Che di fatto hanno accolto positivamente l’iniziativa. Ecco come e quando sarà possibile entrare gratis ai musei.

Musei gratis novità

musei grati novità

Come riporta Il Fatto quotidiano, a spiegare l’iniziativa è lo stesso ministro Bonisoli:

Criteri di gestione significa – chiarisce – che alcune giornate verranno decise a livello nazionale. Ad esempio, la settimana che si conclude con il 10 marzo in tutti i musei statali sarà gratuita, dal martedì alla domenica. Alcune domeniche del mese rimarranno gratuite da ottobre a marzo, le altre giornate saranno a disposizione dei singoli direttori”.

Quindi, continua il ministro della Cultura, “se Brera vuole mantenere la prima domenica del mese gratuita d’estate io sono contento, e avrà due giornate in più da mettere dove vuole”.

Se invece un museo ha troppi visitatori che arrivano durante la domenica gratuita, come il Colosseo, potrà mettere un’entrata gratuita magari in una fascia pomeridiana per gestire meglio i flussi“, argomenta Bonisoli, che ricorda infine come “dal prossimo anno tutti i ragazzi dai 18 ai 25 anni entreranno a 2 euro perché vogliamo incentivare e creare l’abitudine di andare al museo nei ragazzi che non hanno grandi mezzi economici, perché vedere una parte del nostro grande patrimonio culturale può aiutarli a crescere”, conclude.

Precedente Abolizione valore legale laurea: cosa rischiano laureati Successivo Masha e Orso nei guai: di cosa è accusato il popolare cartone

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.