PARTITO DELLA LIBERTA’…PARTITO UNICO DEL CENTRO-DESTRA O SOLITO PARTITINO?

Tempo di lettura:   2 minuti

Il Partito della libertà, di cui si parla, si dibatte, ci si litiga da mesi, all’interno della CDL, è in realtà già ufficialmente nato dal 31 luglio in Italia e il 6 agosto in Europa, con tanto di marchio depositato di proprietà della rossa fiammante, Michela Vittoria Brambilla. Vengono così a cadere i discorsi probabilistici fatti dallo stesso cavaliere, perchè il nascente partito non era certo una possibilità, ma un qualcosa di già ufficiale. E la stessa Brambilla diventa così ufficilamente la possibile erede del Cavaliere.

Il logo ha un cielo azzurro come sfondo, un arcobaleno tricolore e la scritta bianca “Partito della liberta”. I soliti colori cari alla gente di Forza Italia.
Ora la questione è questa: sarà un partitino vicino a Forza Italia, che magari vedrà anche la collaborazione di Fabrizio Corona, noto reporter indagato e nuova star made in Italy, che aveva annunciato una scesa in campo in politica, formando un movimento vicino a Forza Italia, o il partito unico del centro-destra, come risposta al Partito democratico del centro-sinistra?
Bè scarterei questa seconda ipotesi…almeno per ora. Visto che il secco no è arrivato dalla Lega, che non vuole certo fondersi in un partito unico con l’UDC e AN. Nemmeno questi ultimi due partiti sembrano proprio entusiasti, visto che UDC appare scettica, soprattutto in virtù della rapidità con la quale ha agito il Cavaliere, dando per scontato il loro assenso, nonchè AN, che non vuole certo aggregarsi ad un progetto già definito, bensì vorrà anch’essa stabilirne i contorni…
Il Cavaliere in questo modo spiazza gli alleati, mettendoli dinanzi a qualcosa di già compiuto e se ci saranno le elezioni in un futuro non troppo lontano, questi potrebbero anche ingoiare il rospo.  Del resto, gli alleati del cavaliere non hanno la sua stessa sagagia e carisma nell’agire, seguendolo spesso come fanno le pecore col proprio pastore…
Tuttavia, se anche gli altri 3 principali alleati si aggregheranno al progetto di Forza Italia, potrebbro nascere partitini scissi, creati dai dissidenti, come è già successo in AN con Storace. E così si crea il solito fenomeno italiano della proliferazione di partitini ad ogni tentativo di unificazione…

Precedente IL "FUNGO" CHE SCONVOLSE IL MONDO Successivo GLI AVVOLTOI DI GARLASCO

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.