Ministro Lorenzin come Wanna Marchi: promette guarigioni se vince Sì

Il 4 dicembre si avvicina sempre di più e i toni si stanno sempre più inasprendo. Renzi è ormai quasi tutti i giorni in Tv per spiegarci le ragioni del Sì al Referendum costituzionale. Mentre buona parte del Paese, eccetto la maggioranza Pd, si sta impegnando in favore del No al Referendum costituzionale. In questa escalation di promesse, non ne mancano alcune a dir poco vergognose. Che puntano sulla disperazione dei malati. Come il tour del Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin, tra i pochi a sopravvivere allo Tsunami Renzi che travolse il Governo Letta. La Lorenzin passa da un ospedale all’altro, da un’Asl all’altra e, davanti a medici e dirigenti in genere tanto ossequienti quanto sbalorditi, vuole far credere che se passa il “Sì” i malati oncologici potranno accedere facilmente alle terapie; i cittadini con il diabete avranno velocemente a disposizione tutte le cure;  si ridurranno, se non addirittura scompariranno, le liste di attesa ecc.

Ma è davvero così? Basta dare un’occhiata a quanto fatto dalla Lorenzin come Ministro della Sanità per rendersi conto di quanto poco sia credibile nel fare certe promesse.

Referendum costituzionale non ha nulla a che vedere con miglioramento Sanità

http://2.bp.blogspot.com/-c4S2bbPYZxQ/TVlWuAEXb4I/AAAAAAAAA8g/neT7vwdY01o/s320/malasanit%25C3%25A0.gifCome fa notare il dottor Agnoletto sul proprio blog, non solo le promesse della Lorenzin sono false, dato che il referendum costituzionale non ha nulla a che fare con la possibilità di curarsi bene e velocemente. Ma sono anche profondamente scorrette perché illudono persone sofferenti, e quando inevitabilmente costoro sperimenteranno sulla loro pelle (in questo caso non metaforicamente) l’inganno, la delusione si accompagnerà a depressione e a disperazione. I medici che, incontrano quotidianamente negli ambulatori chi soffre di tumore, di diabete, di epatite C, chi non è più o non è mai stato autosufficiente, hanno il dovere morale e professionale di reagire alle affermazioni del ministro. Così come i dirigenti sanitari. Il superamento del bicameralismo perfetto non è detto che porterà ad una Sanità più efficiente. Anzi. Perché la Camera potrà licenziare in fretta leggi anche pessime, mentre le Regioni avranno poco potere influente su di esse.

Referendum costituzionale, la Lorenzin come Ministro è poco credibile

Giusto poi fare un elenco di quanto fatto da Beatrice Lorenzin come Ministro della salute:

come cambia sanità riforma costituzionale

– abbiamo avuto per la prima volta in Italia il numero chiuso nell’accesso ai farmaci nel caso dell’Epatite C, il governo di fronte ai costi stratosferici imposti dall’azienda farmaceutica si è rifiutato di ricorrere alla possibilità offerta dagli accordi internazionali sulla proprietà intellettuale e di autorizzare la produzione di farmaci generici per tutelare la salute dei propri concittadini, preferendo invece un accordo secretato con la multinazionale e limitandosi a costruire un fondo che permette ad una piccola minoranza di persone affette da epatite C di curarsi;

– non vi è stato ancora l’aggiornamento della lista degli ausili per i disabili, ferma da anni, nonostante i progressi compiuti dalla scienza siano in grado di migliorare, in alcuni casi significativamente, l’autonomia della persona con handicap o comunque non pienamente autosufficiente;

sono state depenalizzate parti significative della legge sulla sicurezza nel mondo del lavoro;

Nuovi tagli alla Sanità: cosa cambia per analisi, visite, esami per immagini e la professione medica

non è stato realizzato alcun intervento verso quelle Asl nelle quali il diritto all’Interruzione Volontaria di Gravidanza non è tutelato a causa dell’altissima percentuale di medici obiettori, questo nonostante l’articolo 120 della Costituzione attualmente in vigore dia la possibilità al governo di intervenire quando sia in discussione “la tutela dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali, prescindendo dai confini territoriali dei governi locali”;

– è stato celebrato il “Fertility day”, con tanto di slogan con discriminazioni razziali.

Non ho poi dimenticato cosa disse la Lorenzin riguardo all’alta mortalità per tumori in Campania. Offendendo i cittadini. Ma il Ministro sa bene di giocarsi tanto con questo Referendum. Visti i numeri elettorali disastrosi del suo Ncd.

Precedente Comune chiama acchiappafantasmi per indagare su fenomeni paranormali nel castello: dove si trova Successivo Referendum costituzionale, Lobby voteranno Sì: lo conferma questo sondaggio

2 commenti su “Ministro Lorenzin come Wanna Marchi: promette guarigioni se vince Sì

  1. Avatarlumacaio il said:

    vergogna………….. approfittano della salute della povera gente, visto che loro possono permettersi cliniche private………… questa è la peggio feccia di governo mai avuto in Italia…………

  2. Avatarchenier il said:

    …i primari saranno in corsia H24 e lasceranno il loro cellulare ai pazienti: se ha bisogno non si faccia scrupoli, mi raccomando!! Mentre i medici si sveneranno per donare il sangue. Se vince il si, naturalmente, altrimenti morire nei corridoi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.