Scampa 3 attentati in 3 mesi: l’incredibile storia di Julia Monaco

Cosa ne pensi?

Dopo avervi raccontato l’incredibile storia di Luigi Sciamanna, l’uomo che ovunque si trasferisca accade un terremoto, qui riporto un’altra storia altrettanto incredibile. Quella di Julia Monaco, 26enne australiana, originaria di Melbourne, sfuggita all’attentato sulla rambla di Barcellona lo scorso 13 agosto. Infatti, mentre il furgone piombava sulla folla era in un centro commerciale con un’amica. Ma è riuscita a scampare ad altri due recenti attentati: Londra e Parigi. Ecco cosa è successo.

La storia di Julia Monaco, scampata a 3 attentati in 3 mesi

Come riporta Il Giornale, così Julia racconta quanto accaduto a Barcellona:

“All’improvviso siamo rimaste bloccate nel negozio e la confusione ha iniziato a diffondersi tra la gente. Un minuto stavo comprando delle magliette, quello dopo correvo per allontanarmi dalle finistre”

Non voglio tornare a casa. Voglio restare qui. Non lascerò che vincano loro” ha poi dichiarato all’emittente australiana 3AW Radio Melbourne.

julia 3 attentatiJulia, che da tre mesi è lontana da casa, ha sfidato la morte tre volte in questi mesi. Era a Londra il 4 giugno, quando un uomo guidava un furgone contro i passanti sul centralissimo London Bridge, chiusa in metropolitana per disposizioni delle autorità. Era a Parigi il giorno dell’incidente a Notre Dame, quando un uomo attaccò un poliziotto con un martello.

Ad insediare il suo poco invidiabile record però ci pensa Chris Pawley. Britannico, 30 anni, per un pelo ha evitato l’esplosione a Manchester, al termine del concerto di Ariana Grande. Ed era il 13 agosto a Barcellona.

Precedente Due attentati in 13 anni: perché Islam ce l’ha con Spagna Successivo In Islanda sindrome di Down quasi sconfitta: ma il metodo è raccapricciante

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.