Sigarette elettroniche fanno venire epilessia? I tanti casi che preoccupano

Le sigarette elettroniche sono entrate da qualche anno anche nelle abitudini degli italiani. Tra coloro che hanno deciso da un lato di rinunciare alle sigarette tradizionali, la cui nocività per la salute è ormai acclarata da tempo, ma dall’altro non vogliono rinunciare al gesto di fumare.

Come funziona la sigaretta elettronica? In pratica si tratta di un dispositivo che vaporizza una soluzione composta principalmente da nicotina sciolta in acqua. Sebbene non tutte le sigarette elettroniche contengano nicotina. Per questo motivo hanno ottenuto lo stralcio di parte del decreto Sirchia sul divieto di fumo nei locali pubblici ancora in vigore. L’emendamento fu firmato da Giancarlo Galan.

I rischi per la salute delle sigarette elettroniche sono incerti. Quando qualche anno fa ho scritto un articolo per Blasting News sui possibili rischi per la salute, sono stato letteralmente assalito da messaggi privati da parte di strenui difensori delle bionde elettroniche. I quali mi sollecitavano di rimuovere perfino l’articolo. Forse si trattava di rivenditori o di quanti credevano che il mio articolo fosse spinto dalla lobby del tabacco. Ma figuriamoci.

Sono probabilmente più sicure delle sigarette di tabacco, ma hanno un effetto non chiaro in relazione ad altri metodi di smettere di fumare. I loro effetti sulla salute a lungo termine non sono ad oggi acclarati. Se da un lato possono aiutare a smettere, dall’altro stanno diventando l’anti-camera del vizio del fumo tradizionale nei giovani. Che utilizzano le sigarette elettroniche proprio come rito di iniziazione.

Solo il tempo potrà statisticamente dire se le sigarette elettroniche, alla lunga, possano comportare danni alla salute. Che sia ai polmoni, al cuore, alla gola, alla pelle e perché no, neurologici.

Per ora sono stati confermati effetti collaterali meno gravi, come irritazione alla gola e alla bocca, vomito, nausea e tosse.

Di recente, però, si stanno verificando altri effetti collaterali: l’epilessia. La quale può avere anche ripercussioni rilevanti a seconda delle condizioni del .

Sigarette elettroniche causano epilessia? I vari casi registrati negli Usa

sigarette elettroniche

Come riporta la FDA – la Food and Drug Admistration (FDA) – sul proprio portale ufficiale, ci sono rapporti che indicano che alcune persone che usano le e-sigarette, in particolare giovani e giovani adulti, stanno vivendo convulsioni dopo il loro uso. Convulsioni sono noti potenziali effetti collaterali dell’avvelenamento da nicotina e sono stati riportati nella letteratura scientifica in relazione alla deglutizione intenzionale o accidentale di e-liquidi contenenti nicotina.

Tuttavia, una revisione della FDA di rapporti volontari sugli eventi avversi per questi prodotti presentati all’agenzia e ai centri di controllo dei veleni ha identificato un totale di 35 casi di convulsioni segnalati in seguito all’uso di e-sigarette tra il 2010 e l’inizio del 2019. Mentre 35 casi potrebbero non sembrare molto rispetto al numero totale di persone che usano le e-sigarette, siamo comunque preoccupati per questi casi segnalati.

Riconoscono altresì anche che non tutti i casi possono essere segnalati.

FDA ritiene che questi 35 casi garantiscano un’indagine scientifica sul fatto che esista una connessione. Desideriamo chiarire che non sappiamo ancora se esiste una relazione diretta tra l’uso delle sigarette elettroniche e il rischio di sequestro. Non possiamo ancora dire con certezza che le sigarette elettroniche stiano causando questi attacchi. Condividiamo queste prime informazioni con il pubblico perché, in quanto agenzia di salute pubblica, è nostro compito comunicare le potenziali preoccupazioni di sicurezza associate ai prodotti che regolamentiamo oggetto di indagine scientifica da parte dell’agenzia.

Ciò aiuta anche a incoraggiare il pubblico a segnalare volontariamente eventi avversi aggiuntivi che possono informare meglio il nostro lavoro. Sfortunatamente, in questo caso, molte delle segnalazioni ricevute fino ad oggi mancano di informazioni sufficienti per identificare una marca specifica o una sottomarca di e-cigarette. Le relazioni inoltre non forniscono dettagli sufficienti per stabilire un modello chiaro o una causa per questi incidenti.

Ad esempio, sono stati segnalati sequestri tra gli utenti di sigarette elettroniche e gli utenti esperti. In alcune situazioni, gli utenti di sigarette elettroniche hanno riportato una precedente storia di diagnosi di crisi. Alcuni casi segnalati hanno indicato che i sequestri si sono verificati in associazione con l’uso di altre sostanze come la marijuana o le anfetamine.

Le convulsioni sono state segnalate come avvenute dopo alcuni soffi o fino a un giorno dopo l’uso. Ci sono molti fattori che possono portare a convulsioni.

Ad esempio, i liquidi contenuti nelle sigarette elettroniche hanno livelli diversi di concentrazione di nicotina, e alcune caratteristiche di design di sigarette elettroniche possono consentire all’utente di ottenere rapidamente alti livelli di nicotina.

Anche i comportamenti di utilizzo delle sigarette elettroniche variano e gli utenti possono inalare deliberatamente o inavvertitamente più nicotina di quanto si verifichino in genere. Inoltre, alcuni degli incidenti riportati potrebbero non essere direttamente correlati alle sigarette elettroniche.

Inoltre, alcuni degli incidenti riportati potrebbero non essere direttamente correlati all’uso di sigarette elettroniche. Ma potrebbero essere stati scatenati da una condizione medica sottostante, dall’uso di altre sostanze o da altri fattori.

Questa la conclusione a cui perviene il commissario della FDA Scott Gottlieb, M.D., e il commissario aggiunto Amy Abernethy, M.D., Ph.D., sulle indagini scientifiche in corso della FDA sui potenziali problemi di sicurezza relativi ai sequestri riportati dopo l’uso di sigarette elettroniche. In particolare nei giovanissimi e nei giovani adulti.

Allo stesso tempo, a causa della natura volontaria di questi casi, dobbiamo anche riconoscere che ci possono essere più casi di sequestro negli utenti di sigarette elettroniche di quanti ne siano stati segnalati. Stiamo attivamente cercando rapporti aggiuntivi.

Stiamo incoraggiando professionisti della salute, consumatori, genitori, insegnanti e altri adulti interessati, così come utenti giovani e giovani adulti di essere a conoscenza di questo potenziale problema di salute e segnalare eventuali incidenti passati o futuri di sequestri in seguito all’uso di e-sigaretta FDA.

Rapporti aggiuntivi o informazioni su questi incidenti possono aiutarci a determinare se esiste una connessione e aiutare a identificare i fattori di rischio comuni e se alcuni attributi del prodotto di sigaretta elettronica, come il contenuto di nicotina o la formulazione, possono contribuire a convulsioni.

Stiamo chiedendo che qualsiasi salute imprevista oppure i problemi relativi ai prodotti con sigarette elettroniche o prodotti a base di tabacco sono segnalati alla FDA attraverso il nostro portale di reporting sulla sicurezza. Informazioni sul prodotto specifico utilizzato (incluso il nome del marchio), se è stato modificato in qualsiasi modo o se altri prodotti del tabacco, farmaci, integratori o altre sostanze sono stati utilizzati, così come i dettagli sull’uso del prodotto precedente l’evento avverso, sono pezzi critici di informazioni per aiutare a valutare pienamente questo problema in modo più ampio.

Abbiamo bisogno di ulteriori informazioni prima di poter stabilire se esiste effettivamente un collegamento tra l’uso di sigarette elettroniche e gli incidenti segnalati. La nostra speranza è che questi passi pubblici per sollecitare ulteriori segnalazioni di eventi avversi, insieme ad altri sforzi di agenzia, ci consentiranno di capire se c’è una connessione.

Mentre continuiamo la nostra indagine scientifica, continueremo anche il nostro lavoro per comprendere meglio altri rischi potenziali associati all’uso di sigarette elettroniche. Prendiamo sul serio il nostro mandato di sanità pubblica. La FDA si impegna a monitorare attentamente questo problema e ad adottare ulteriori misure, se necessario, per proteggere il pubblico, in particolare i giovani della nostra nazione, dai pericoli delle sigarette elettroniche e di altri prodotti del tabacco. Continueremo a fornire aggiornamenti man mano che ne apprendiamo di più.

Cos’è la FDA

fda

La FDA è un ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, non le ha mai approvate come dispositivi per smettere di fumare.un’agenzia del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti, protegge la salute pubblica garantendo sicurezza, efficacia e sicurezza di farmaci, vaccini e altri prodotti biologici umani e veterinari per uso umano e dispositivi medici.

L’agenzia è anche responsabile per la sicurezza e la sicurezza delle forniture alimentari della nostra nazione, cosmetici, integratori alimentari, prodotti che emettono radiazioni elettroniche e per la regolamentazione dei prodotti del tabacco.

Precedente Candida auris, è allarme per fungo che uccide in 3 mesi Successivo Valerio Scanu compie 29 anni: l’Amico che si è ribellato a Maria

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.