Ecco SweatCoin, la app che ti paga quando cammini: come funziona

Tempo di lettura:   3 minuti

Cos’è SweatCoin? Come funziona SweatCoin? Come guadagnare con SweatCoin? Se lo chiedono in molti, avendo sentito parlare ultimamente spesso di questa app.

In effetti con gli smartphone ci facciamo ormai di tutto. E, paradossalmente, lo usiamo sempre meno per parlare. Tra queste, utilizziamo lo smartphone anche durante il fitness, visto che ci sono in circolazione diverse app capaci di registrare il ritmo cardiaco, i movimenti, i passi che compiamo, il tempo che impieghiamo. Anzi, le aziende produttrici di smartphone conoscono così bene questo utilizzo diffuso, che ormai hanno creato app native già integrate sui dispositivi.

Certo, diverse app non sono però attendibili. Rimandandoci dati sballati e poco attendibili. Il consiglio è sempre di leggere le recensioni degli utenti che già le stanno usando, soprattutto quelle più recenti, dato che spesso gli aggiornamenti finiscono per peggiorare le app. E farsi un’idea se funzioni davvero.

Ma c’è una app che fa più. Oltre che contare i passi che compiamo ogni giorno, ci remunera anche per il nostro attivismo. Si tratta, appunto, della app SweatCoin, che letteralmente significa “la moneta del sudore” ed il nome dice tutto: l’app promette di pagare se si cammina all’aria aperta. In pratica, ogni numero prestabilito di passi fatti ti dà dei soldi.

La rivoluzionaria app dei camminatori seriali è stata progettata nel 2016 da due russi, Oleg Fomenko e Anton Derlyatka ed è sbarcata solo negli ultimi giorni in Italia. Sebbene piuttosto “recente”, è già un caso in tutto il mondo. Vediamo come funziona.

SweatCoin app cos’è

sweatcoin app

Cos’è la app SweatCoin? Come riporta QuiFinanza, SweatCoin è da tempo presente sul mercato degli Stati Uniti e del Regno Unito, e risulta tra i primi posti nella classifica delle app più scaricate. Sono bastati pochi giorni nel Bel Paese per diventare subito l’app con il maggior numero di download su App Store, superando addirittura storici colossi come WhatsApp, Netflix e Youtube.

La piattaforma ha l’obiettivo di promuovere l’esercizio fisico e le passeggiate all’aria aperta, tramite un incentivo in denaro. L’applicazione è stata progettata infatti per non calcolare i passi compiuti in spazi chiusi, mentre le passeggiate all’esterno e nella natura sono pagate.

L’applicazione amica del movimento è stata accolta favorevolmente da numerosi Paesi: può infatti spingere le persone a fare esercizio fisico, a mantenersi in forma e combattere l’obesità ormai dilagante, tramite piccole ricompense.

SweatCoin app come funziona

sweatcoin come funziona

Come funziona la app SweatCoin? Per finanziarsi e poter pagare i camminatori incalliti, SweatCoin utilizza i compensi delle aziende che scelgono di caricare i prodotti sullo shop, che gli utenti potranno comprare con i “soldi” guadagnati passo dopo passo, letteralmente.

In Italia, sono tantissimi gli utenti che hanno scelto negli ultimi giorni di provare a faticare all’aria aperta per poter essere ripagati da un piacevole shopping.

L’app non è comunque esente da critiche: ad esempio, come fanno notare alcuni, impone di tenere il cellulare sempre acceso, consumando notevole batteria.

E’ poi possibile acquistare i coin da altri utenti tramite Paypal, oltre alla possibilità di creare affiliazioni portando nuovi iscritti.

Sweatcoin opinioni

sweatcoin opinioni

Quali sono le opinioni su Sweatcoin? Su Google store, vanta una media di 3,8 stelle. Insomma, una buona media, ma non mancano le critiche.

Personalmente, l’ho utilizzata per un paio di giorni e ho trovato due criticità:

1. Consumo alto della batteria. C’è anche una modalità che consente il risparmio energetico, ma avvisa che alcuni passi non vengono contati. E non so fino a che punto convenga attivarla.

2. Difficile guadagnare tanto. Per convertire i coin in denaro e prendere premi importanti, occorre proprio tanta pazienza e cammino a piedi. Sul web si legge che ad alcuni giocatori ci sono voluti circa 6 mesi per guadagnare 5.000 monete ed erano in grado di usarle per acquistare diversi regali gratuiti e hanno riscattato diverse carte regalo PayPal da $ 100! Certo, sei mesi per cento dollari non è proprio un granché.

Si possono anche vendere i propri coins, magari nella consapevolezza di non riuscire a raggiungere le soglie dovute. E’ pur sempre un modo per guadagnare.

L’iniziativa è comunque lodevole e interessante. Se si cammina tanto per lavoro, commissioni o attività fisica regolare, in fondo vale la pena. Inoltre, quantomeno spingerà un po’ di pigri a camminare di più a piedi.

Precedente Elezioni Mid-term: Trump regge, la politica in difesa degli Usa paga Successivo Inter, con Steven Zhang Presidente le altre big devono preoccuparsi

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.