Terremoto Centro Italia: soldi ricostruzione dati solo a Sindaci pro-Renzi

I Comuni del Centro Italia colpiti dal sisma a fine agosto stanno aspettando a bocca aperta il decreto terremoto, il quale contiene un allegato di Comuni del cratere sismico per i quali è previsto un risarcimento al 100% dei danni subiti da privati, imprese ed enti. L’elenco comprende, ovviamente, i centri più colpiti dall’evento del 24 agosto come Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto ma ne esclude alcuni appartenenti, soprattutto, alle province di Fermo, Macerata e Ascoli Piceno. Enti locali forse solo casualmente governati dal centro-destra ma vittime di ingenti danni dal terremoto centro Italia.

Terremoto Centro Italia, i Comuni esclusi dai fondi

terremoto centro italiaCome riporta Il Giornale, a denunciare il fatto è stato il gruppo al Senato di Forza Italia a nome del quale si è espresso il senatore Remigio Ceroni. L’idea che possa trattarsi di una penalizzazione politica decisa a tavolino da Roma ha un fondamento: ad Ascoli, Fermo e anche a Macerata il centrodestra è molto forte. A Camerino, in provincia di Macerata, peraltro si è suicidato impiccandosi in casa un edicolante di 31 anni, Adriano Pieretti. Era titolare dell’edicola davanti alle scuole che sono rimaste chiuse a causa del sisma. Al calo delle vendite si sono aggiunti anche i problemi della fidanzata convivente il cui negozio di estetista è chiuso sempre a causa del sisma. Il suo gesto estremo è stato anticipato da un drammatico post su Facebook.

«La risposta dei sindaci sarà adeguata perché comportamenti di questo tipo non possono restare senza repliche», ha sottolineato Ceroni, che è anche primo cittadino del piccolo Comune di Rapagnano (ovviamente escluso). «Ci sono persone che vivono nelle residenze per anziani perché le loro case sono inagibili, molti hanno subito danni eppure ci hanno dimenticati», aggiunge puntando il dito contro il commissario alla ricostruzione Vasco Errani e, ovviamente, contro il premier Matteo Renzi.

Oltre a Camerino e Rapagnano vi sono altri Comuni esclusi come Tolentino, Treia, Montegiorgio e la stessa Ascoli del sindaco forzista Guido Castelli. «Non chiediamo né un euro in più né un euro in meno rispetto a quanto stanziato, ma chiediamo che siano le Regioni, nel nostro caso le Marche, a valutare con una commissione caso per caso chi debba ricevere un aiuto perché ha subito dei danni».

Terremoto Centro Italia e polemiche: la risposta del Governo

Per il Pd ha replicato il deputato Luciano Agostini ricordando che il decreto prevede il 100% di risarcimento nei Comuni fuori dal cratere per tutte le prime case e per le seconde nei centri storici e nei borghi di pregio. Per le seconde case il 50 per cento. Ceroni, quindi, non ha tutti i torti?

Precedente Chi è Gianluca Vacchi, l’imprenditore che spopola sui Social Successivo Clown che si aggirano di notte, è panico: foto e video inquietanti

Un commento su “Terremoto Centro Italia: soldi ricostruzione dati solo a Sindaci pro-Renzi

  1. Avatarlumacaio il said:

    ……….. «Ci sono persone che vivono nelle residenze per anziani perché le loro case sono inagibili, molti hanno subito danni eppure ci hanno dimenticati»,…………. la dittatura della sx continua………..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.