Crea sito

‘Un giorno all’improvviso’, beffa per napoletani: ha origini juventine

Napoli, si sa, è una città che vive di canzoni. Da quelle classiche che hanno fatto scuola nel Mondo a quelle neomelodiche, passando per Mario Merola e Gigi D’Alessio. Anche i cori per la squadra di calcio della città possono essere annoverati nel patrimonio della canzone napoletana. Ai tempi di Maradona c’era il classico «O mamma mamma mamma, sai perché mi batte il corazon…», ma anche la canzone che fece da colonna sonora del film di Nino D’Angelo: ‘Quel ragazzo della Curva B’. In tempi più recenti l’inno ufficiale è diventato ‘O’ surdato ‘nammurato’, poi scalzato da ‘Napul è’ prima, con la morte di Pino Daniele, e ora da ‘Un giorno all’improvviso’. Coro della Curva B che ha coinvolto anche gli stessi giocatori: i tifosi non hanno certo dimenticato quando Higuain si improvvisò direttore d’orchestra per dirigere i tifosi festanti. Ma quel coro porta con sé anche una beffa, che risiede nelle sue origini. Origini non certo napoletane e perfino juventine.

Un giorno all’improvviso nato a L’Aquila

http://4.bp.blogspot.com/-woClJkXRa2A/VPrqhgEbeFI/AAAAAAAAEwo/dtPIuvrcUxw/s1600/gabbiadini-chievo-napoli-1831.jpgCome riporta Lettera43, il coro che è ormai diventato l’inno non ufficiale del Napoli e la colonna sonora della strepitosa stagione degli Azzurri di Maurizio Sarri, è nato a L’Aquila, alla fine del 2014. Ecco il testo originale dei tifosi abruzzesi.

”Il cuore mi batteva non chiedermi perché..

di tempo ne e passato ma sono ancora qua

e oggi come allora io tifo L’Aquila…

ale ale ale sei tutto tu x me..

un giorno all’improvviso mi innamorai di te

il cuore mi batteva non chiedermi perché

di tempo ne è passato ma sono ancora qua

e oggi come allora io tifo L’Aquila”.

Un giorno all’improvviso ha origini juventine

un giorno all'improvvisoLa melodia è quella di ‘L’estate sta finendo’, tormentone cantato dai Righeira nell’estate del 1985: «L’estate sta finendo e un anno se ne va, sto diventando grande: lo sai che non mi va». Il brano fu un successo straordinario, conquistò la vittoria al Festivalbar e il primo posto nelle classifiche, risultando il nono singolo più venduto dell’anno. Autore del brano originale è Johnson Righeira, nome d’arte di Stefano Righi, torinese e juventino: «Devo purtroppo dare una brutta notizia ai napoletani» – ha detto scherzando in un’intervista a Sky qualche mese fa – «la canzone che state intonando è stata composta tanti anni fa dal sottoscritto. Io, che sono Juventino! A parte gli scherzi, sono contento e commosso di sentirvi cantare tutti insieme. Vi auguro ogni fortuna, ma per lo Scudetto ne parliamo a fine campionato». Poi sappiamo come è andata a finire.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.