Vip morti nel 2018, ultima Normal Gimbel: elenco completo

Tempo di lettura:   70 minuti

vinnie paulIl 22 giugno è morto Vinnie Paul, o-fondatore dei Pantera, era tra i batteristi più stimati del panorama metal. E’ morto a 54 anni per cause che non sono state rese note. La musica per lui era tutto e anche una sorta di affare di famiglia. Il padre, Jerry Abbott, era produttore e compositore di musica country e lui aveva cominciato a suonare da adolescente. Il primo disco, Metal Magic, è del 1983, ma la svolta arriva a ridosso degli anni Novanta, quando nella band entra Phil Anselmo alla voce. Power Metal, del 1988, è uno dei lavori più importanti anche se il successo più grande arriva con ‘Far Beyond Driuven’ del 1994. Tra il 1995 ed il 2001 la band viene premiata con quattro nomination ai Grammy, seppure senza nessuna vittoria. Nel 2013, alla fine di un tour, il gruppo si era sciolto.

kenny vulcanIl 27 giugno è morto Kenny Vulcan, nome d’arte di Kenny Mutendi. Rapper 22enne è stato ritrovato senza vita e vicino al corpo c’era il suo zaino con portafogli, telefono e passaporto. Questo dettaglio sta inducendo le forze dell’ordine a pensare al suicidio. Non ci sarebbero infatti segni di violenza o rapina. È scomparso da due mesi quando, dal Brasile, ha fatto perdere le sue tracce. Ha chiuso tutti i social network ed è sparito nel nulla. Aveva scelto il Sudamerica per rilanciare la sua carriera e trovare nuovi stimoli e idee. Poi però qualcosa nella sua testa deve averlo trascinato in un periodo oscuro. Oggi è arrivata la notizia che ha lasciato senza parole i fan.

jill janusIl 14 agosto è morta Jill Janus, frontwoman della band heavy metal statunitense degli Huntress. Aveva 43 anni e soffriva da tempo di problemi psichici, si è tolta la vita nei pressi di Portland, Oregon. Janus ha parlato pubblicamente delle sue sfide nella speranza di guidare il prossimo nella vittoria sugli stessi problemi che aveva lei. Formatisi nel 2009, gli Huntress hanno debuttato discograficamente nel 2012 con “Spell Eater”, al quale seguirono, rispettivamente nel 2013 e 2015, “Starbound Beast” e “Static”.

aretha franklinIl 16 agosto è morta Aretha Franklin, considerata la regina del Soul. Aveva 76 anni. Dopo i gravi problemi di salute avuti negli ultimi mesi, sui quali non aveva fornito molti dettagli. Franklin, passata alla storia come “regina del soul”, era una delle più celebri personalità della cultura popolare del Novecento, una di quelle talmente famose da essere chiamate soltanto per nome. Tra gli anni Sessanta e Settanta incise alcune delle più famose canzoni soul di sempre, come “Respect”, “Think” e “You Make Me Feel (Like A Natural Woman)”, e collaborò e duettò praticamente con chiunque valesse la pena collaborare e duettare. Tra le molte cose che fece, una di quelle ricordate con più affetto fu l’apparizione nel film The Blues Brothers, nei panni di una proprietaria di fast food severa e spigolosa. L’anno scorso aveva annunciato la sua decisione di smettere quasi completamente di esibirsi dal vivo, e all’inizio di quest’anno aveva dovuto cancellare alcuni concerti – tra cui uno a Newark per il suo 76esimo compleanno – su suggerimento dei medici.

claudio lolliIl 17 agosto è morto Claudio Lolli, cantautore, aveva 68 anni. Lolli era nato a Bologna nel 1950 e aveva iniziato la sua carriera musicale con il disco Aspettando Godot del 1972, prodotto dall’etichetta discografica EMI a cui arrivò grazie a Francesco Guccini. Il primo successo di pubblico arrivò nel 1976 con il disco Ho visto anche degli zingari felici che conteneva l’omonima canzone diventata poi un classico degli anni Settanta. L’ultimo disco di Lolli, Il grande Freddo, è stato pubblicato nel 2017 e ha vinto la “targa Tenco” per il miglior disco dell’anno.

mac millerIl 7 settembre è morto Mac Miller, pseudonimo di Malcolm James McCormick, trovato morto nella sua casa di Los Angeles. Aveva 26 anni. Miller era piuttosto famoso per la sua carriera musicale – il suo primo disco è uscito nel 2011, l’ultimo cinque giorni fa – e anche per la sua relazione con la popstar Ariana Grande, finita qualche mese fa. Due fonti investigative hanno detto a NBC News che probabilmente la morte è avvenuta per overdose. In passato Mac Miller aveva ammesso pubblicamente di avere problemi di tossicodipendenza.

Il 27 settembre è morto Marty Balin, aveva 76 anni. Uno dei fondatori e cantante del gruppo Jefferson Airplane. L’album dei Jefferson Airplane del 1967 Surrealistic Pillow, con brani come White Rabbit, scritta e cantata da Grace Slick, Somebody to Love e Plastic Fantastic Lover, è stato una vera pietra miliare della storia del rock. Balin aveva lasciato i Jefferson Airplane nel 1978, pur continuando a collaborare con il gruppo.

charles aznavourIl primo ottobre è morto il cantante francese di origine armena Charles Aznavour. Aveva 94 anni. Scoperto da Edith Piaf, che lo portò in tournée in Francia e negli Stati Uniti, si mise in luce nel dopoguerra come cantautore. Ma il riconoscimento mondiale arrivò nel 1956 all’Olympia di Parigi con la canzone Sur ma vie: uno strepitoso successo che gli permise di entrare nella storia come monumento della canzone francese. Il fatto che cantasse in sette lingue gli consentì di esibirsi in tutto il mondo divenendo ovunque famosissimo. Come attore si impose all’attenzione della critica e del pubblico a partire dalla sua interpretazione in ‘La tête contre les murs’ (La fossa dei disperati) nel 1958. Compose la colonna sonora di diversi film da lui interpretati. Anche Stanley Kubrik utilizzò una canzone di Aznavour (composta con Georges Garvarentz) ‘Old Fashioned Way’ in ‘Eyes wide shut’ Suo il brano ‘She’ utilizzato come colonna sonora (nella versione rifatta da Elvis Costello) del film ‘Notting Hill’. Aznavour è morto nella notte nella sua casa delle Alpilles, nel sud della Francia, e ora l’intero Paese piange il suo ultimo immenso chansonnier, la cui carriera è stata così lunga da sembrare quasi eterna o immortale. Un record, quello del cantante francese legatissimo alle sue origini armene, che salì per la prima volta su un palco all’età di 9 anni fino all’ultimo concerto, il 19 settembre scorso, a Osaka, In Giappone. Anche se lui avrebbe voluto cantare fino ai 100 anni. Era previsto per il 26 ottobre a Bruxelles il suo prossimo concerto. Tra le canzoni più note e belle cantate in italiano, ricordiamo Come è triste Venezia e Io sono un Istrione.

Precedente Ricordate Friends? La trama contiene questi errori clamorosi Successivo Buon 2019

Un commento su “Vip morti nel 2018, ultima Normal Gimbel: elenco completo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.