CLASSIFICA REGIONI PER MALASANITA’, PRIME QUASI TUTTE QUELLE DEL SUD

A STILARLA LA COMMISSIONE PARLAMENTARE D’INCHIESTA SUGLI ERRORI IN CAMPO SANITARIO

La Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario ha effettuato uno studio che ha analizzato gli ultimi due anni di attività delle aziende ospedaliere. In esso è emersa l’amara verità che quasi tutti i giorni in Italia viene rivelato un caso di malasanità. In poco più di due anni, da fine aprile 2009 al 30 settembre 2011, si contano infatti 470 casi. In 329 di questi è stata registrata, purtroppo, la morte del paziente.
Il quadro è dunque allarmante e la ricerca è andata anche ad individuare le regioni d’Italia in cui si registra la maggior percentuale di casi. Vediamo la classifica per Regione.

<

br /> PRIMO TUTTO IL SUD, SI SALVA SOLO LA BASILICATA SOSTITUITA DAL LAZIO – Il podio spetta alla Calabria con 97 casi, Sicilia con 91 e Lazio con 51. A seguire: 32 in Puglia, 31 in Campania, 29 in Toscana, 28 in Lombardia, 24 in Emilia Romagna, in 23 Veneto, 20 in Liguria, 10 in Valle D’Aosta, 9 in Piemonte, 7 in Abruzzo, 4 in Umbria, 3 in Marche, Basilicata e Friuli Venezia Giulia, 2 in Molise e Sardegna, 1 in Trentino Alto Adige.

LA CLASSIFICA DEI DECESSI – Per quanto riguarda i decessi, il podio resta invariato. Il primo posto della triste graduatoria spetta quindi ancora alla Calabria con 78 episodi, seguita da Sicilia con 66 e il Lazio con 35 morti.
La Commissione però ha tenuto a precisare che non tutti i casi di malasanità sono da addebitare ad una diretta incapacità professionale del personale medico. Molti episodi sono causati da una carenza di strutture e di servizi negli ospedali italiani.

I dati parlano da sé e c’è poco da aggiungere. La malasanità si annida quasi completamente al sud, con numeri drammatici in Calabria e Sicilia (regione quest’ultima che bada a quanto pare più alla quantità dei dipendenti impiegati che alla qualità del servizio). Fa specie poi trovare terza la Regione della Capitale, il Lazio. C’è anche da dire che ci sono Regioni come Lombardia e Toscana che poco si distanziano dalla vituperata Campania.
Nel Mezzogiorno si salva solo la Basilicata, che potrebbe perfino essere considerata un autentico fiore all’occhiello, con solo 3 casi nell’ultimo anno. Ma sicuramente incide anche la nettamente inferiore densità della popolazione.

(Fonte: Tabella Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario)

0 commenti su “CLASSIFICA REGIONI PER MALASANITA’, PRIME QUASI TUTTE QUELLE DEL SUD

Lascia un commento

*