L’ipocrisia radical chic di Alessandro Gassman: ecco dove si trova mentre invita i concittadini a pulire Roma

L’ATTORE HA FATTO UN APPELLO SU TWITTER DOPO LE POLEMICHE SU ROMA CITTA’ SPORCA
Il grande Rossellini ci avrebbe fatto un film: Roma città sporca. La Capitale sta vivendo un periodo paragonabile agli ultimi giorni dell’Impero romano, dove imperversavano decadenza, corruzione e insicurezza (anche se nell’ottocento se ne era già accorto il grande Leopardi). Se ne sono accorti pure gli americani e i francesi, con il New York Times e Le Monde che hanno dedicato alla città del Colosseo e di Totti un articolo inchiesta e denuncia. Ma ecco che arriva, puntuale, l’idea del benpensante radical chic di turno. Del resto, nell’era della comunicazione selvaggia e nevrotica, è inevitabile. L’attore Alessandro Gassman, figlio di cotanto padre Vittorio, ha invitato i suoi concittadini a pulire la città oltre (giustamente) a lamentarsi, non aspettando che lo facciano le istituzioni. Peccato però che lui si trovi beatamente altrove…

L’ATTORE E’ IMPEGNATO IN URUGUAY– Qualche giorno fa Alessandro Gassmann aveva twittato un post in cui chiedeva ai romani di unirsi insieme e scendere per strada per pulire le strade della Capitale invase da sporcizia, spazzatura, degrado e chi ne ha più ne metta. Sicuramente un gesto nobile quello dell’attore, che puntava a dare l’esempio di civiltà e solidarietà a chi governa e presiede la giunta Capitolina.
Certo sono tutti bravi a parlare…dall’Uruguay. Infatti come conferma il commento di Mario Giordano sul quotidiano Libero, Gassmann ha solo lanciato l’idea visto che è impegnato sul set del nuovo film con Rocco Papaleo dall’altra parte dell’Oceano. Se ne riparlerà a settembre dunque prima di vederlo armato di scopa, raccoglitore e busta della mondezza intento a pulire le strade della sua tanto amata città.
Pensare sì ma per agire c’è tempo, tanto l’hashtag #Romasonoio ormai ha già spopolato sui social. C’è però da dire che tanti romani non sono d’accordo, viste le tante tasse che pagano.
Molto più apprezzabile il retweet di un altro attore romano, il mitico Gigi Proietti, che con la sua proverbiale ironia gli ha risposto tra le righe: ok pulire, ma dobbiamo anche condurre i mezzi dell’Atac?

(Fonte: Libero)

Lascia un commento

*