Crea sito

Piero Angela, il divulgatore delle lobby

Ultimo aggiornamento

Agli occhi di un bambino degli anni ‘80, nella cui casa c’era una sola televisione sempre sintonizzata su RaiUno, Piero Angela appariva un onnisciente, capace di spiegare le cose in modo semplice e comprensivo per tutti. Una sorta di maestro Manzi della Scienza.

La lunga serie di Quark proseguì poi nel corso degli anni ‘90 e 2000, sotto il nome di SuperQuark. Dagli anni 2000, inoltre, ha fondato insieme al figlio Alberto il programma Ulisse – il piacere della scoperta, dove compare solo come autore. Mente a presentarlo è il figlio.

Dunque, quarant’anni ininterrotti di divulgazione scientifica su più argomenti. Che in fondo sono anche andati controcorrente rispetto alla piega che la Tv iniziò a prendere dagli anni ‘80. Lasciando sempre più spazio all’intrattenimento trash a discapito di programmi di approfondimento culturale.

Con l’arrivo di una seconda Tv in casa, smisi di guardare i programmi di Piero Angela. Che su RaiUno finirono pure per avere una presenza ossessiva, tanto da arrivare a scocciare pure la mia famiglia. Mentre con l’arrivo del web ho finito perfino per ricredermi su Piero Angela e suo figlio.

Infatti, alcuni video confutano molte cose tra quelle che dicono. Con tanto di prove. Eccone .

Piero Angela e i video che lo contraddicono

piero alberto angela foto

Curatore di questa iniziativa di revisionismo nei confronti di Piero Angela è in particolar modo Massimo Mazzucco, regista e blogger torinese, che dal 2003 ha aperto un sito che dà una visione alternativa a quella ufficiale su molti eventi ed argomenti.

Inoltre, è autore di interessantissimi documentari come American Moon (di cui ho parlato qui) o 11 settembre 2001 – Inganno globale (2006). Fruibili su Youtube gratuitamente.

Ecco alcuni video interessanti che confutano quanto dice Piero Angela:

Troverete anche un paio di video su Alberto Angela, e la sua versione sull’11 settembre e Pearl Harbor. Perché da qualche anno lo scettro del divulgatore Doc è passato a lui. Con tutti i nessi e connessi.

Un altro video interessante su Youtube è quello della pagina BioBlue, che confuta con tanto di dati l’ipotesi di Piero Angela sulla inutilità e dannosità del fotovoltaico.

Piero Angela chi è

Piero angela chi è

Insomma, come vedrete, gli Angela si pongono come paladini del nucleare, dell’anti-complottismo e dell’anti-fotovoltaico. Del resto, nel 1989 Piero Angela è tra i fondatori del Cicap, un Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale.

Una sorta di tribunale dell’Inquisizione che mette sotto accusa tutte le posizioni alternative alla cosiddetta Scienza ufficiale; formato dai cosiddetti debunkers, ossia persone che si pongono come esperti contro il complottismo.

Diplomatosi al liceo classico (non ha mai preso la laurea), dopo un trascorso come pianista del genere Jazz, Piero Angela ha il primo incarico in Rai come cronista del Giornale Radio nel 1952. Due anni dopo, con l’avvento della televisione, Angela passò al Telegiornale, per il quale fu corrispondente, prima da Parigi, poi da Bruxelles, dal 1955 al 1968. Insieme ad Andrea Barbato, nel 1968 fu il conduttore della prima edizione del Telegiornale Nazionale delle 13:30 e nel 1976 fu il primo conduttore del TG2.

Influenzato dalla lezione documentaristica di Roberto Rossellini, nel 1968 Piero Angela realizzò una serie di documentari. Durante le riprese effettuate negli Stati Uniti realizzò anche numerosi collegamenti in diretta per la RAI in occasione del lancio del vettore Saturn V, che portò i primi astronauti sulla Luna. Iniziò quindi una lunga attività di divulgazione scientifica per la rete pubblica.

Di recente è anche sbarcato sul web, con delle mini puntare dal titolo SuperQuark più su RaiPlay. Rete online della Rai ormai sdoganata dal successo di Fiorello. Nelle stesse, saranno lanciati anche nuovi divulgatori. Magari quelli delle lobby di domani.

Purtroppo viviamo in un’era di confusione totale dell’informazione. Col web che ha alimentato la cosiddetta controinformazione. Orientarsi in un tale mondo è molto difficile, visto che ognuno può aprire un blog o un profilo Youtube e dare cure mediche o versioni su eventi storici alternative.

L’unico modo per difendersi è quello di sentire più campane e valutare più versioni alternative. Perché per fortuna, se la mia generazione e quella precedente poteva credere a tutto quanto diceva Piero Angela, oggi può anche trovare tesi diverse. Purché sempre suffragate da prove e da spiegazioni valide.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.