UDINESE, UNA SOCIETA’ DEDITA ALLA COMPRAVENDITA

DA QUASI VENT’ANNI IN SERIE A HA SCOPERTO MOLTI CAMPIONI, MA LI HA ANCHE PUNTUALMENTE VENDUTI NON RIUSCENDO A VINCERE NULLA
E’ ininterrottamente in Serie A dal campionato ’95-’96, ottenendo quasi ogni anno ottime posizioni in classifica e qualificandosi sovente per le competizioni europee. Per di più, ha sfornato ogni anno almeno 2-3 giocatori acquistati con poche lire/euro e poi rilevati da grandi club per fior fior di miliardi/milioni, rivelandosi grandi campioni. Parlo dell’Udinese, società esemplare che sotto la gestione della famiglia Pozzo ha dimostrato che con oculatezza si possono costruire ottime squadre sempre competitive. Tuttavia, proprio per il suo modo di fare mercato, la società friuliana non ha alcun premio di livello nella propria bacheca. Vediamo di seguito i campioni che hanno indossato la sua maglia e quelli che la indossano attualmente.

LA LUNGA LISTA DEI CAMPIONI SCOPERTI
Abel Balbo (1989-1993)
Nestor Sensini (1989-1993)
Thomas Helveg (1993-1998)
Oliver Bierhoff (1995-1998)
Marcio Amoroso (1996-1999)
Stephen Appiah (1997-2000)
Martin Jorgensen (1997-2004)
David Pizarro (1999-2005)
Morgan De Sanctis (1999-2007)
Stefano Fiore (1999-2001)
Felipe Dal Bello (1999-2010)
Vincenzo Iaquinta (2000-2007)
Marek Jankulovski (2002-2005)
Sulley Muntari (2002-2007)
Asamoah Gyan (2004-2008)
Simone Pepe (2006-2010)
Andrea Dossena (2006-2008)
Gaetano D’Agostino (2006-2010)
Fabio Quagliarella (2007-2009)
Gokhan Inler (2007-2011)
Alexis Sanchez (2008-2011)
Cristian Zapata (2005-2011) 
QUELLI CHE CI SONO ATTUALMENTE
Antonio Di Natale (2004-?)
Samir Handanovic (2007-?)
Kwadwo Asamoah (2008-)
Mauricio Isla (2007-?)
Mehdi Benatia (2010-?)
Pablo Armero (2010-?)
Ora provate a immaginare se il primo gruppo di giocatori fosse rimasto per anni in squadra, integrato poi nel tempo col secondo. Quanti scudetti e coppe avrebbe vinto l’Udinese? In fondo sono stati tutti comprati con poco, dunque non regge l’ipotesi che i campioni si siano avvicendati solo grazie a questa compra/vendita. Sinceramente, se fossi un tifoso dei bianconeri m’incazzerei non poco con la proprietà. Vedersi sfilare ogni anno qualche ottimo giocatore e vederlo fare follie in altre squadre non è proprio una bella cosa.
(Fonte: Goal)
Precedente FELTRINELLI, IL BORGHESE RIVOLUZIONARIO Successivo FRATELLO E CUGINA AL COMUNE, PARENTOPOLI ANCHE PER DE MAGISTRIS

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.