I vampiri esistono davvero: in Italia ce ne sono 2mila, ecco chi sono

Quella dei vampiri è una figura classica del cinema horror. Trasposta dai romanzi in tutte le salse dal Cinema – dai primi inquietanti film in bianco e nero, passando per Nosferatu di Werner Herzog, fino a serie Tv e film in chiave comica – la figura dei vampiri affascina da secoli e ha generato non poche emulazioni e culti. Si dice che il mitico Conte Dracula sia morto a Napoli, ma a parte ciò, in Italia ci sarebbero oltre 2 mila vampiri. E non si limitano a vestire dark e ad ascoltare musica Heavy Metal. Si nutrono davvero di sangue umano, hanno una temperatura corporea bassa e vivono soprattutto di notte.

Ed hanno pure un’associazione che li rappresenta: la Lega Italiana Real Vampires, che ha sede a Meldola, in Romagna, e raccoglie tutti i vampiri italiani. Una sorta di sindacato dei vampiri italiani o di associazione dei vampiri consumatori. Di sangue ovviamente. La maggior parte preferisce rimanere nell’ombra e nascondere questa passione. Non stento a crederci sinceramente. Ma chi sono questi vampiri? E come è possibile tutto ciò? Vediamolo di seguito.

I vampiri esistono davvero?

vampiri esistonoCome riporta SuperEva, non è affatto una novità, ma una pratica che esiste anche all’estero. In particolare a New Orleans, dove è stata fondata una vera e propria comunità di vampiri. Si tratta di persone che affermano di sentirsi molto più forti bevendo sangue umano e nutrendosi dunque della linfa vitale degli esseri umani. La pratica non è illegale e viene realizzata grazie all’ausilio dei cosiddetti “donatori” che offrono gratuitamente il proprio sangue.

Chi è Julia Caples

julia caplesSempre negli Stati Uniti era diventata celebre Julia Caples, una donna che si nutre di sangue succhiandolo direttamente dal corpo dei donatori, proprio come un vampiro. Tutto è iniziato quando ha baciato per la prima volta un ragazzo, mordendogli la lingua: “È stato un istinto naturale e il sapore mi è piaciuto. Certo, lui non mi ha mai più baciata”. Oggi per placare la sua sete ha bisogno di due litri di sangue al mese. Secondo gli ultimi dati in Italia sarebbero circa una cinquantina i vampiri che seguono questa pratica, contro i 2 mila iscritti all’associazione. Una piccola parte che però potrebbe aumentare visto che, in base a studi recenti, il fenomeno è in crescita.

Peccato però che i donatori in Italia siano pochi, così come siano sempre più poche le vergini a cui succhiarlo…

Precedente Nona giornata Serie A: i giocatori da schierare al Fantacalcio Successivo Con Alternanza scuola lavoro di Renzi torna sfruttamento minorile: come funziona e perché non funziona

8 commenti su “I vampiri esistono davvero: in Italia ce ne sono 2mila, ecco chi sono

  1. AvatarVlad il said:

    Allora.
    Suono chitarra metal e i tizi di cui parla il post seguono lo stile Gothic-Metal.
    Si atteggiano a creature della notte ma vi assicuro che non hanno canini vampireschi.
    Ci sono quelli più freddolosi certo, ma come nella normale media umana.
    Quindi state tranquilli che nessuno vi morderà sul collo.
    Da altri commenti condivido che i veri succhiasangue sono i politici al governo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.